fbpx

Un esempio di civiltà fiscale dalla Gran Bretagna

lentepubblica.it • 27 Agosto 2015

evasione, Uk, fiscaleOnline il dossier con tutti i successi (e i fallimenti) dell’approccio comportamentale alle politiche pubbliche nell’ultimo biennio in Gran Bretagna. L’Update Report è stato realizzato dall’equipe nata a Londra nel 2010 con lo scopo di rendere per i cittadini più facilmente percorribili le scelte migliori (e più vantaggiose per la comunità) e più difficili quelle socialmente dannose. Il Behavioural Insight Team (Bit), guidato da David Halpern e Owain Service, è oggi una società privata a parziale controllo pubblico, che vanta tra i suoi azionisti il governo di Sua Maestà.

 

Il pungolo fa più effetto della sanzione

 

Secondo la nudge theory (nudge=stimolo; pungolo), il comportamento delle persone può essere influenzato attraverso piccoli accorgimenti, senza bisogno di ricorrere al timore delle sanzioni. Il Rapporto del Behavioural Insights Team descrive i casi in cui le proposte e le idee del gruppo hanno avuto successo, facendo risparmiare denaro alle casse dello Stato e migliorando la vita dei cittadini, ma non nasconde i casi in cui un esperimento si è rivelato fallimentare ed è stato per questo abbandonato. Ad esempio, il dossier cita il caso delle etichette apposte sui test di gravidanza per incoraggiare a smettere di fumare: il tentativo è stato abbandonato per via dell’impatto limitato che aveva avuto.

 

La psicologia del comportamento fa bene anche al Fisco

 

L’impiego della psicologia comportamentale per trovare soluzioni ai problemi sociali è stato sperimentato nei più svariati campi: la salute, l’occupazione, i consumi, la riscossione delle imposte, la riduzione della criminalità, lo sviluppo internazionale e l’uguaglianza (e le disuguaglianze). Negli ultimi due anni il Bit ha condotto più di 150 esperimenti e realizzato centinaia di seminari e corsi di formazione. Secondo elaborazioni del team di Halpern e Service, le politiche attuate negli ultimi cinque anni hanno permesso di conseguire risparmi per 300 milioni di sterline di risorse pubbliche. Attualmente la società ha in organico più di 50 dipendenti e le sue competenze vengono richieste da dipartimenti statali e amministrazioni locali, nonché da aziende private e governi di altri Stati.

 

Il Fisco tra i progetti più citati

 

Uno dei progetti più citati a livello internazionale è quello realizzato in collaborazione con il Fisco di Sua Maestà per ideare nuovi messaggi destinati ai piccoli e grandi evasori. In questo come in altri casi, le proposte del Bit avevano per oggetto piccole modifiche: una mail personalizzata anziché una lettera, frasi e testi più chiari nelle comunicazioni che l’amministrazione pubblica invia ai cittadini, sottolineare le conseguenze delle azioni del destinatario del messaggio sulla vita dell’intera collettività. Così si è scoperto che le persone che dovevano più tributi sono state le più sensibili ai messaggi in cui, oltre a chiedergli di pagare il dovuto, gli si spiegava che quel denaro era importante perché serviva a finanziare i servizi pubblici. Ancora più in dettaglio, gli uomini sono stati più influenzati delle donne dal messaggio incentrato sulla potenziale perdita di servizi pubblici derivante dal non pagare le tasse (contrapposto al messaggio incentrato sui servizi che otteniamo grazie al pagamento dei tributi).

 

Il tuo vicino ha già pagato. E tu che fai?

 

L’esperimento nel campo della lotta all’evasione fiscale è risultato essere uno dei progetti di maggior successo e dalla durata più lunga. Il Bit ha stimato una riduzione del tax gap di circa 30 milioni di sterline all’anno: questo risultato è stato ottenuto semplicemente inserendo l’informazione che i vicini del contribuente avevano già pagato. Bisogna ricordare che, ancora nel 2010, le idee di questo gruppo, formato in origine da pochi psicologi ed economisti, sono state accolte con molto scettiscismo da parte dei funzionari pubblici che dovevano realizzare le loro proposte sperimentali, che apparivano spesso eccentriche e inconcludenti. Le cose sono cambiate quando si è visto che i risultati arrivavano ed erano più positivi di quanto ci si aspettava. Così vari dipartimenti governativi hanno iniziato a seguire la filosofia della psicologia comportamentale e a chiedere supporto e collaborazione.

 

Scettiscismo al bando

 

Per comprendere il cambiamento che si è realizzato nel Regno Unito in questi cinque anni, basta dire che il Fisco britannico ha oggi un proprio team interno che applica le teorie comportamentali e che ricorre al Bit solo per consigli di natura specialistica. Evidentemente lo scettiscismo dominante dei primi tempi è tramontato, mentre adesso c’è una chiara volontà di percorrere il più possibile la strada del “pungolo”. Ultima notizia da non sottovalutare: la recente trasformazione in impresa privata (18 mesi fa) ha permesso alla nudge unit di realizzare profitti per 200mila sterline nel primo bilancio come azienda indipendente e di aprire due sedi distaccate nelle città di Sidney e New York.

Fonte: Fisco Oggi, Rivista Telematica dell'Agenzia delle Entrate - articolo di Vito Rossi
avatar
  Subscribe  
Notificami