Evasione Fiscale, recupero record nel 2017

lentepubblica.it • 2 Febbraio 2018

evasione fiscaleTempo di bilanci per l’Agenzia delle entrate e l’Agenzia delle entrate-Riscossione: stamattina, infatti, il direttore Ruffini ha illustrato i risultati raggiunti nel corso del 2017.


I dati sono positivi sia sul versante dei controlli sia su quello dei servizi. Ruffini ha, innanzitutto, sottolineato il lavoro svolto dai dipendenti dei due enti e ha altresì sottolineato l’importanza delle misure di semplificazione messe in atto negli ultimi anni all’insegna di un nuovo modo di intendere il rapporto tra amministrazione finanziaria e cittadini. E a tal proposito, ha rimarcato il fondamentale ruolo dello Statuto dei diritti del contribuente, quotidiano punto di riferimento per tutti coloro che sono impegnati nelle diverse attività amministrative in materia fiscale.

 

Il direttore ha inoltre ricordato le sinergie sempre più forti tra i due enti e la costante e intesa collaborazione con il Mef e la Guardia di finanza. Semplificazione, lealtà, rispetto dei cittadini-contribuenti sono le coordinate di fondo dell’attività dell’Agenzia delle entrate e dell’Agenzia delle entrate-Riscossione. L’Amministrazione finanziaria, in altre parole, deve essere un alleato affidabile in grado di porsi sullo stesso fuso orario del Paese e di essere sempre al servizio dei cittadini.

 

Agenzia delle entrate: controllo e compliance

 

L’attività di controllo e di promozione della compliance svolta nel 2017 dall’Agenzia delle entrate ha consentito di riportare nelle casse dello Stato oltre 20 miliardi di euro, con un incremento complessivo del 5,8% rispetto al 2016. Nel dettaglio:

 

 

  • 11 miliardi derivano dai versamenti diretti dei contribuenti a seguito dei controlli (+14,6%)
  • 7,4 miliardi derivano da ruoli (+54,2%)
  • 1,3 miliardi è la somma incassata grazie alle lettere di compliance inviate ai contribuenti (+160%)
  • 400 milioni recuperati grazie alla prima versione della voluntary disclosure.

 

 

Nell’ambito del contenzioso tributario, invece, continua a calare il numero dei ricorsi in Commissione tributaria provinciale: 70mila nel 2017 (-15% rispetto al 2016). Altro settore in cui l’Agenzia è stata significativamente impegnata è stato quello dell’applicazione degli strumenti introdotti dal legislatore per incentivare gli investimenti nel nostro Paese:

 

 

  • patent box – nell’ambito del regime di tassazione agevolata per i redditi derivanti dall’utilizzo di taluni beni immateriali, sono stati conclusi 431 accordi
  • nuovi investimenti – l’interpello sui nuovi investimenti ha portato alla firma di 25 accordi, con importanti ricadute occupazionali
  • cooperative compliance – il regime di adempimento collaborativo ha registrato l’adesione di 10 grandi società imprenditoriali ciascuna con volume d’affari superiore a 10 miliardi di euro.

 

 

Agenzia delle entrate: i servizi

 

Anche sul fronte dei servizi resi a cittadini e imprese, nel 2017 sono stati raggiunti risultati molto positivi, soprattutto con riguardo a quelli on line. Questi alcuni dei dati più significativi:

 

 

  • contratti di locazione: il 63% delle registrazioni è stata effettuata telematicamente attraverso le credenziali (pin e password) rilasciate dall’Agenzia
  • servizi catastali – il 92% delle consultazioni sulle banche dati è passato attraverso il web
  • dichiarazione precompilata – 2,4 milioni di 730 precompilati sono stati inviati online direttamente dai cittadini
  • cassetto fiscale – in aumento il numero di visite complessive, ben 27 milioni, infatti, sono state le consultazioni eseguite (+17% rispetto al 2016)
  • sito internet –il sito dell’Agenzia (che, peraltro, poche settimane fa è stato recentemente rinnovato) ha fatto registrare 133 milioni di accessi
  • sms – 38mila il totale degli avvisi inviati via sms
  • facebook – 8mila circa gli utenti che hanno ricevuto assistenza attraverso il canale facebook dell’Agenzia
  • rimborsi – erogati complessivamente (a famiglie e imprese) 16,2 miliardi di euro
  • fatturazione elettronica – gestite 30,2 milioni di fatture PA e 111mila relative alle operazioni B2B.

 

 

Agenzia delle entrate-Riscossione

 

Ottimi anche i risultati raggiunti dal nuovo ente pubblico economico incaricato della riscossione, che dallo scorso anno ha sostituito Equitalia: 12,7 miliardi di euro complessivamente riscossi nel 2017 (+ 44% rispetto al 2016):

 

 

  • 7 miliardi per conto di Agenzia delle entrate
  • 3,7 miliardi per conto di Inps e Inail
  • 0,8 miliardi per conto dei Comuni
  • 0,8 miliardi per conto di regioni, Casse previdenza e Camere di commercio
  • 0,4 miliardi per conto di ministeri, prefetture, altre agenzie.

 

 

La riscossione ordinaria ha raggiunto i 6,2 miliardi di euro, 800 milioni in più rispetto alle previsioni (+14,8%). Notevole anche il contributo offerto dalla riscossione da “rottamazione” (definizione agevolata): 6.5 miliardi di euro. Sono stati 1,5 milioni i contribuenti che hanno presentato domanda di adesione, mentre sono 6,3 milioni le cartelle e gli avvisi che poi sono stati oggetto di pagamento delle rate. Il 66% delle domande di adesione alla definizione agevolata è stato presentato dai contribuenti utilizzando i canali online (sito internet, email o posta elettronica certificata), il 32% si è rivolto alla rete degli sportelli e il restante 2% ha preferito i canali tradizionali quali, ad esempio, raccomandata o posta ordinaria.

 

Agenzia delle entrate-Riscossione: servizi

 

 

  • Agenzia delle entrate-Riscossione fa registrare risultati importanti anche sul versante dei servizi, tradizionali e digitali:
  • sportelli – 4,9 milioni i cittadini serviti (in calo di oltre 100mila rispetto al 2016, a conferma della costante preferenza per i servizi telematici)
  • sito internet – 10,8 milioni di accessi (+2,8 milioni rispetto al 2016)
  • app Equiclick – download eseguito da 63mila utenti
  • alert SMS-Se Mi Scordo – 145mila gli utenti che hanno aderito
  • Equipay – l’innovativo servizio grazie al quale è possibile verificare la propria posizione debitoria utilizzando il bancomat negli sportelli Atm abilitati, è stato utilizzato da più di 3 mila utenti
  • taglia code – sono stati installati in tutti gli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione i “codometri” intelligenti grazie ai quali è possibile gestire meglio l’afflusso agli sportelli, accorciando i tempi di erogazione del servizio
  • e-ticketing – entro la prossima primavera sarà attivato un nuovo servizio che consentirà di prenotare un ticket per recarsi presso uno degli sportelli nel giorno prescelto, evitando tempi di attesa e garantendo un servizio specifico e migliore.

 

Fonte: Fisco Oggi, rivista Telematica dell'Agenzia delle Entrate
avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
lentepubblica.it - Fisco: Commercialisti, Evasione è un fenomeno trasversale Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami