Fatturazione Elettronica dal 1 Luglio: la delega agli intermediari come funziona?

lentepubblica.it • 27 Giugno 2019

fatturazione-elettronica-1-luglio-delega-intermediariFatturazione Elettronica dal 1 Luglio: la delega agli intermediari come funziona? A fornire chiarimenti è la risoluzione n. 62 del 26 giugno 2019 diramata dall’Agenzia delle Entrate.


Fatturazione Elettronica dal 1 Luglio, delega intermediari: ecco un riepilogo dell’Agenzia delle Entrate.

Con il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 21 dicembre 2018 apportate modifiche ai provvedimenti del 30 aprile 2018 e del 5 novembre 2018 in materia di fatturazione elettronica. Questo al fine di recepire le indicazioni dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

In particolare, prevista l’introduzione di una specifica funzionalità, da rendere disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate. Per consentire all’operatore IVA o ad un intermediario appositamente delegato ovvero al consumatore finale di aderire espressamente al servizio. Di “consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici”.

Fatturazione Elettronica dal 1 Luglio: delega intermediari

Alle funzioni di ricerca, consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche si è aggiunta la possibilità di aderire, anche tramite un intermediario delegato, al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o di recedere dal servizio stesso.

Le deleghe conferite agli intermediari antecedenti al 21 Dicembre 2018 non consentono agli stessi di effettuare l’adesione

  • al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche
  • o dei loro duplicati informatici per conto dei propri clienti.

Per poter effettuare le suddette operazioni è necessario, pertanto, che gli intermediari delegati al servizio di consultazione prima del 21 dicembre 2018 acquisiscano nuovamente la delega al servizio di consultazione.

Modificati i termini per effettuare l’adesione

Di conseguenza, tenuto conto anche delle richieste pervenute dagli ordini professionali e dalle associazioni di categoria, che hanno evidenziato la necessità di disporre di un periodo più ampio per effettuare l’adesione al servizio, con il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 29 aprile 2019 e, da ultimo, con il provvedimento del 30 maggio 2019, sono stati modificati i termini per effettuare l’adesione.

In particolare, la normativa ha disposto che la funzionalità per aderire al servizio sia resa disponibile a decorrere dal 1° luglio 2019. E che sia possibile effettuare l’adesione fino al 31 ottobre 2019.

Memorizzazione e trasmissione dei corrispettivi

Si ricorda che tra i servizi fruibili attraverso il portale Fatture e Corrispettivi rientrano anche quelli relativi alla gestione del processo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi, anch’essi delegabili agli intermediari mediante il modello di delega allegato al provvedimento del 5 novembre 2018.

In particolare, conferendo la delega al servizio di “accreditamento e censimento dispositivi”, l’intermediario viene abilitato ad accedere anche all’area “Corrispettivi” del portale Fatture e Corrispettivi relativa al singolo cliente.

All’interno della quale è possibile usare le funzionalità per accreditarsi e gestire i propri dispositivi (registratori telematici ovvero distributori automatici).

A questo link il testo completo della risoluzione dell’Agenzia delle Entrate.

 

Fonte: Agenzia delle Entrate
avatar
  Subscribe  
Notificami