fbpx

Gestione del Servizio Idrico, le novità sulla determinazione delle tariffe

Simone Bellitto • 2 Maggio 2018

gestione-servizio-idricoLa determinazione delle tariffe idriche è una delle questioni che recentemente l’ARERA, Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, ha puntualmente regolamentato tramite una apposita delibera. Quali sono, pertanto, le novità riguardanti le Tariffe del Servizio Idrico Integrato per il biennio 2018/2019?


Il 2018 è un anno cruciale per quel che riguarda la gestione delle risorse da parte di gestori e Comuni.

 

Il percorso di adeguamento per le gestioni idriche, compreso di determinazione delle tariffe, fa parte delle nuove regole, deliberate dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente), in merito alla gestione del servizio idrico integrato.

 

In particolare, la Rideterminazione delle tariffe del servizio idrico integrato per le annualità 2018 e 2019 è stata uno dei temi caldi affrontati ad un partecipato Seminario del 19 Aprile scorso, organizzato a Roccalumera (ME) dalla Società Datanet Srl di Tremestieri Etneo (CT).

 

Giornata di formazione che si è dimostrata necessaria per comprendere appieno la portate della nuova Delibera dell’Autorità, la 918/2017/R/idr.

 

All’interno di questo documento sono state introdotte novità sull’aggiornamento della tariffa del servizio e la semplificazione delle articolazioni tariffarie.

 

Per far ulteriore luce sull’argomento, alla fine dei lavori è stata intervistata la dott.ssa Maria Luisa Santella, direttore della divisione acqua della Società REA Srl.

 

In primo luogo bisogna tenere a mente che l’aggiornamento delle predisposizioni tariffarie è predisposto dagli Enti di governo dell’ambito o dagli altri soggetti competenti individuati con legge regionale.

 

“Esistono alcuni Enti d’ambito (in realtà pochi) che comunque hanno sempre rispettato i provvedimenti dell’Autorità Nazionale e che quindi hanno progressivamente garantito la copertura dei costi al gestore del servizio e iniziato una realizzazione degli investimenti direttamente finanziati dal gestore, superando il sussidio dei finanziamenti pubblici” ha dichiarato Maria Luisa Santella.

 

 

Ha poi proseguito: “Oggi la finestra che si è aperta è quella, per tutti i gestori, di avere un minimo di incremento.  [… ]  Dev’essere un incremento graduale che possa portare a quella forma di collaborazione tra Enti che possono portare a una gestione industriale del servizio.”

 

Ma come vanno aggiornate le tariffe? Ricordiamo che, secondo i criteri dettati dalla delibera, la determinazione delle tariffe viene rispettivamente calcolata secondo i seguenti parametri:

 

  • Per l’anno 2018 viene aggiornata con i dati di bilancio relativi all’anno 2016 o, in mancanza, con quelli dell’ultimo bilancio disponibile, trasmessi nelle modalità previste.
  • La determinazione delle tariffe per l’anno 2019 viene aggiornata con i dati di bilancio o di preconsuntivo relativi all’anno 2017 o, in mancanza, con quelli dell’ultimo bilancio disponibile, salvo le componenti per le quali è esplicitamente ammesso un dato stimato.
Fonte: articolo di Simone Bellitto
avatar
  Subscribe  
Notificami