Immobili, Modello RLI: nuova versione del software targato Agenzia delle Entrate

lentepubblica.it • 21 Dicembre 2017

modello RLI 2Il modello RLI consente di registrare direttamente on line i contratti di locazione, comunicare proroghe, cessioni e risoluzioni, esercitare o revocare l’opzione per la cedolare secca.


È disponibile, nell’apposita sezione del sito internet dell’Agenzia delle entrate, la versione 2.0.4 del software di compilazione e controllo del modello Rli, vale a dire del modello di registrazione  dei contratti di locazione e di affitto di immobili, utile anche per comunicare eventuali proroghe, cessioni o risoluzione, nonché per esercitare l’opzione e la revoca della cedolare secca e per trasmettere i dati catastali dell’immobile locato o affittato.

 

L’intervento di “manutenzione” dell’applicazione si è reso necessario a seguito dell’aggiornamento del saggio di interesse legale e della istituzione di nuovi comuni nati dalla fusione di altri precedenti comuni.

 

Il software Registrazione Locazioni Immobili (RLI), serve per richiedere agli uffici dell’Agenzia delle Entrate la registrazione dei contratti di locazione e affitto di immobili e comunicarne eventuali proroghe, cessioni o risoluzioni. L’RLI può essere utilizzato anche per esercitare l’opzione e la revoca della cedolare secca e per comunicare i dati catastali dell’immobile oggetto di locazione o affitto.

 

Nel modello, quindi, confluiscono tutti gli adempimenti fiscali legati alla registrazione dei contratti di locazione e affitto immobiliare, che prima erano inglobati all’interno del modello “69”.

 

Il software “ Contratti di locazione e affitto di immobili (RLI) “, disponibile per gli utenti Windows e per gli utenti MacIntosh, permette la creazione e il controllo del file telematico. Il file deve essere preventivamente sottoposto a controllo prima di poter essere inviato. Pertanto è necessario installare il modulo di controllo disponibile su questo sito e sui siti dei servizi telematici. In particolare gli utenti Entratel dovranno utilizzare la funzione “Controlla” e successivamente autenticare il file.

 

Il software “Contratti di locazione e affitto di immobili (RLI)” utilizza una nuova tecnologia di distribuzione dei software basati su Java che consente all’utente di usufruire delle applicazioni direttamente dal web. In tal modo è possibile attivare le applicazioni in maniera semplice e con un solo clic, avendo la certezza di utilizzare sempre la versione più aggiornata ed evitando complesse procedure di installazione o aggiornamento.

Fonte: Fisco Oggi, Rivista Telematica dell'Agenzia delle Entrate
avatar
  Subscribe  
Notificami