fbpx

INPS: dettagli su emissioni comunicazione debitoria per pagamenti aziende committenti

lentepubblica.it • 8 Settembre 2014

Si comunica che sono state elaborate le situazioni debitorie delle aziende committenti, che, per l’anno 2013, hanno denunciato tramite il flusso EMENS il pagamento di compensi ai soggetti iscritti alla Gestione separata di cui all’art.2 comma 26 della legge 335/1995.

I committenti interessati e loro intermediari possono visualizzare le posizioni a debito  tramite cassetto committenti GS seguendo il percorso:

www.inps.it > Tipologia di Utenti > Cittadino oppure Aziende, Consulenti e Professionisti oppure Associazioni di Categoria > alla voce “Cassetto Previdenziale per Committenti della Gestione Separata”.

 

La situazione debitoria comprende:

1)   l’omesso pagamento del contributo, sia totale che parziale, relativo al/ai singoli periodi di competenza;

2)   le sanzioni civili calcolate su contributi omessi;

3)   le sanzioni civili calcolate sul ritardato  versamento del contributo dovuto.

Le sanzioni civili sono calcolate ai sensi dell’art.116 comma 8 lett. a) e/o b) della legge 388/2000.

La comunicazione è composta da un testo fisso, due prospetti relativi alla situazione debitoria dei contributi e delle sanzioni con le relative istruzioni e il prospetto relativo a come compilare il modello di pagamento (F24).

Nel caso in cui il periodo interessato (descritto nella  prima pagina del testo) riporti il periodo “0/2013 – 0/2013”, la comunicazione interessa  le sole sanzioni per ritardato versamento, elencate nel “prospetto situazione debitoria sanzioni”.

La pubblicazione della comunicazione sul Cassetto è anticipata, sia all’azienda committente che all’intermediario collegato, tramite un messaggio di alert inviato all’indirizzo email conosciuto dall’Istituto. Mentre all’interno del Cassetto compare il messaggio “Attenzione: sono presenti delle comunicazioni da leggere” . Per gli intermediari un segno di spunta di colore rosso indica per quali aziende sono presenti le comunicazioni. Nel Menù principale, scegliere l’opzione “Comunicazioni” per la loro visualizzazione nel formato PDF.

Nel caso in cui l’azienda o l’intermediario non visualizzino la Comunicazione (o eventualmente stampino la stessa), l’avviso di lettura sarà ripetuto ad ogni accesso.

La comunicazione debitoria è propedeutica al passaggio alle fasi successive per il recupero dei crediti.

Le  aziende committenti, che hanno inviato erroneamente denunce per compensi non corrisposti effettivamente nel periodo di competenza denunciato, sono pregate di inviare con urgenza i flussi di correzione al fine di evitare errata emissione di avvisi di addebito.

Infine, in attesa del rilascio del cassetto bidirezionale, si invitano le aziende committenti e i loro intermediari, che devono comunicare l’errata esposizione dei dati o altra situazione relativa alla comunicazione debitoria, ad utilizzare un solo canale di comunicazione (pec –linea inps- ) onde evitare duplicazioni di attività con conseguenti ritardi nella definizione delle pratiche.

 

FONTE: INPS – Istituto Nazionale di Previdenza Sociale

 

debiti

 

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami