lentepubblica


Locazioni brevi, ecco la guida dell’Agenzia delle Entrate a tutte le novità

lentepubblica.it • 31 Maggio 2024

locazioni-brevi-agenzia-entrate Disponibile una breve guida, curata dall’Agenzia delle Entrate, in merito a tutte le novità fiscali in materia di locazioni brevi.


Con questa recente Circolare, la numero 10/E-2024, arrivano le istruzioni sulle novità introdotte sulle locazioni brevi dalla Legge di bilancio 2024 (Legge 30 dicembre 2023, n. 213). Un argomento sempre caldo anche a livello giuridico, come dimostra la recente sentenza della Consulta sulla durata del periodo di locazione turistica.

Nello specifico cambia la disciplina anche per gli intermediari immobiliari e i gestori di portali telematici di locazioni che, all’atto del pagamento al locatore, dovranno sempre operare, in qualità di sostituti d’imposta, una ritenuta del 21% a titolo d’acconto indipendentemente dal regime fiscale adottato dal beneficiario.

Il documento di prassi, inoltre, illustra nel dettaglio la disposizione con cui la Legge di Bilancio 2024 adegua la legislazione nazionale al contenuto della sentenza sugli adempimenti fiscali degli intermediari non residenti emanata dalla Corte di giustizia dell’Unione europea il 22 dicembre 2022.

Le novità su cedolare secca e affitti brevi

L’aliquota dell’imposta sostitutiva della cedolare secca sarà applicata al 26% a partire dal secondo immobile dato in locazione. Il proprietario che mette in locazione diverse unità ha comunque la possibilità di sceglierne una per ciascun periodo d’imposta per cui fruire dell’aliquota ridotta del 21%. La scelta andrà indicata nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta d’interesse. La nuova aliquota del 26% si applica sui redditi di locazione maturati dal 1° gennaio 2024, a prescindere dalla data di stipula dei relativi contratti e dalla percezione dei canoni.

Semplificazione per gli intermediari

Gli intermediari, tra cui i gestori di portali telematici, che incassano o intervengono nel pagamento dei canoni relativi ai contratti di locazione dovranno operare sempre, in qualità di sostituti d’imposta, una ritenuta del 21 per cento, a titolo d’acconto sull’ammontare dei canoni, all’atto del pagamento al beneficiario, indipendentemente dal regime fiscale che quest’ultimo ha scelto. Dal canto suo, il locatore dovrà determinare l’imposta (ordinaria o sostitutiva) dovuta, scomputare le ritenute d’acconto e corrispondere l’eventuale saldo entro il termine per il versamento delle imposte sui redditi.

Linee guida per non residenti

Gli intermediari non residenti Ue ed extra-Ue che hanno una stabile organizzazione in Italia operano attraverso la stessa. I soggetti residenti in uno Stato membro dell’Unione europea che non hanno una stabile organizzazione in Italia possono adempiere direttamente agli obblighi o nominare un rappresentante fiscale in Italia. I soggetti extra-Ue con una stabile organizzazione in uno Stato membro dell’Unione infine assolvono adempimenti tramite la stabile organizzazione e, in mancanza di questa, devono invece nominare un rappresentante fiscale.

La banda dati delle strutture ricettive

Si ricorda infine che la commissione Politiche del turismo della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha dato il via libera al decreto del Ministero del Turismo, che prevede la creazione di una banca dati delle strutture ricettive.

Grazie al nuovo database, sia l’Agenzia delle Entrate che la Guardia di Finanza potranno effettuare incroci e individuare possibili situazioni a rischio, sulle quali sottoporre controlli.

Nel decreto Anticipi si stabilisce che sarà data priorità nei controlli a chi propone affitti brevi in abitazioni sprovviste del codice identificativo nazionale.

La nuova piattaforma sarà un’evoluzione dei codici regionali (già esistenti in alcuni casi). Le Regioni dovranno trasmettere i dati dei loro archivi, in modo da inserirli in una banca dati unica.

L’obiettivo è quello di associare alle unità immobiliari delle locazioni brevi e turistiche un codice, mediante una procedura automatizzata.

La Circolare dell’Agenzia delle Entrate sulle locazioni brevi

Qui il documento completo.

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments