Modello DURC fiscale 2020: negli Appalti cosa cambia?

lentepubblica.it • 7 Febbraio 2020

modello-durc-fiscale-2020-appaltiEcco le novità seguenti all’introduzione del DURC fiscale negli Appalti ed il modello corrispondente da utilizzare.


Modello DURC fiscale 2020 negli Appalti. La novella normativa si inserisce nel novero delle novità introdotte dal Decreto Fiscale sugli Appalti.

In particolare per quanto riguarda il discorso relativo alle ritenute fiscali nelle Gare.

Il modello del Durc fiscale è stato approvato, insieme alle relative istruzioni, con il provvedimento numero 54730 del 6 febbraio 2020.

Scopriamo in dettaglio quali sono le novità.

Modello DURC fiscale 2020 negli Appalti

L’articolo 4, comma 1, del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, ha introdotto misure in materia di contrasto all’omesso versamento delle ritenute. Prevedendo nello specifico nuovi adempimenti a carico dei committenti, appaltatori e subappaltatori.

Per adempiere a questi precetti arriva il modello del Durc fiscale da consegnare al committente per adempiere ai nuovi obblighi introdotti dalla legge numero 124 del 2019 in maniera più semplice.

Il certificato è messo a disposizione presso un qualunque ufficio territoriale della Direzione provinciale competente in base al domicilio fiscale dell’impresa, salvo diverso atto organizzativo adottato dal Direttore provinciale.

Competente all’emissione del certificato per i grandi contribuenti è la Direzione regionale, che già provvede al rilascio di altre certificazioni quali

  • la certificazione dei carichi pendenti,
  • quella dell’esistenza di contestazioni in caso di cessione d’azienda,
  • oppure quella attestante l’iscrizione all’Anagrafe tributaria al fine di poter fruire delle agevolazioni previste dalle Convenzioni contro le doppie imposizioni.

L’impresa può segnalare all’ufficio che ha emesso il certificato eventuali ulteriori dati che ritiene non essere stati considerati. L’ufficio verifica tali dati e richiede, laddove necessario, conferma delle informazioni relative ai carichi affidati agli agenti della riscossione.

L’Agente della riscossione fornisce riscontro all’ufficio sulla consistenza dei carichi e relativi dettagli, secondo tempi e modalità definiti d’intesa.

Qualora ricorrano i presupposti, l’ufficio procede all’emissione di un nuovo certificato.

Tale certificazione ha una validità di quattro mesi dalla data del rilascio ed è esente da imposta di bollo.

A questo link potete scaricare il MODELLO DURC FISCALE 2020.

Qui di seguito invece potete visualizzare (clicca sull’immagine per ingrandire) le tabelle complete con i requisiti:

 

0 0 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments