Modulo Disdetta Canone RAI 2019: come scaricarlo e come procedere

lentepubblica.it • 10 Gennaio 2019

modulo-disdetta-canone-rai-2019Per evitare il costo del canone Rai è possibile inviare la dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato. Ecco il Modulo disdetta Canone RAI 2019.


Modulo Disdetta Canone RAI 2019: come scaricarlo e come procedere.

 

La normativa prevede che sono esonerati dal canone RAI i cittadini che hanno compiuto 75 anni, con un reddito annuo non superiore a 8.000 euro, il limite di reddito è passato da 6.713,98 a 8.000 (si fa riferimento ai redditi dichiarati all’anno precedente).

 

Il canone di abbonamento alla televisione è dovuto da chiunque abbia un apparecchio televisivo e si paga una sola volta all’anno e una sola volta a famiglia, a condizione che i familiari abbiano la residenza nella stessa abitazione.

 

Dal 2016 (articolo 1, commi da 152 a 159, della legge n. 208 del 2015):

 

  • è stata introdotta la presunzione di detenzione dell’apparecchio televisivo nel caso in cui esista un’utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui una persona ha la propria residenza anagrafica
  • i titolari di utenza elettrica per uso domestico residenziale effettuano il pagamento del canone mediante addebito nella fattura dell’utenza di energia elettrica. Questi utenti, quindi, non potranno più pagare tramite bollettino postale.

 

Anche i residenti all’estero devono pagare il canone se detengono un’abitazione in Italia dove è presente un apparecchio televisivo. L’importo del canone è pari a 90 euro l’anno.

 

Dove scaricare il modulo

 

A questo link potete scaricare in formato PDF il modulo disdetta del Canone RAI 2019.

 

Come procedere?

 

La Disdetta Canone RAI per non possesso/detenzione televisore TV deve essere resa se non si possiede alcun apparecchi televisivo nella propria abitazione di residenza e altre dimore.

 

Disdire l’abbonamento con la dichiarazione sostitutiva

 

I contribuenti titolari di un’utenza di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale che vogliono disdire l’abbonamento, in quanto non detengono più apparecchi televisivi in alcuna dimora (ad esempio perché li hanno ceduti), devono presentare la dichiarazione sostituiva di non detenzione compilando e inviando il modello sopra citato.

 

Non è più prevista la disdetta dell’abbonamento richiedendo il suggellamento dell’apparecchio tv.

 

Termini di presentazione della dichiarazione di non detenzione (Quadro A)

 

La dichiarazione di non detenzione (Quadro A), per avere effetto per l’intero anno, deve essere presentata a partire dal 1° luglio dell’anno precedente ed entro il 31 gennaio dell’anno di riferimento. La dichiarazione presentata dal 1° febbraio ed entro il 30 giugno dell’anno di riferimento ha effetto per il canone dovuto per il semestre luglio-dicembre del medesimo anno.

 

Esempio per l’anno 2019

 

La dichiarazione presentata

 

  • dal 1° luglio 2018 al 31 gennaio 2019 esonera dal pagamento per l’intero anno 2019
  • dal 1° febbraio al 30 giugno 2019 esonera dal pagamento per il secondo semestre (luglio-dicembre 2019)

 

La dichiarazione sostitutiva (Quadro A) va presentata ogni anno se continua a sussistere la non detenzione dell’apparecchio tv.

 

Termini di presentazione della dichiarazione di presenza di altra utenza elettrica per l’addebito (Quadro B)

 

La dichiarazione di presenza di altra utenza elettrica per l’addebito (Quadro B) può essere presentata in qualunque momento dell’anno e non deve essere ripresentata annualmente. Ha effetto, ai fini della determinazione del canone dovuto, in base alla data di decorrenza dei presupposti attestati.

 

  • Se i presupposti ricorrono dal 1° gennaio dell’anno di presentazione della dichiarazione sostitutiva il canone non è dovuto a partire dal primo semestre dell’anno.
  • Se i presupposti ricorrono dal 2 gennaio al 1° luglio dell’anno di presentazione della dichiarazione sostitutiva il canone non è dovuto a partire dal secondo semestre dell’anno.
  • Se i presupposti ricorrono da una data successiva al 1° luglio il canone non è dovuto a partire dal primo semestre dell’anno successivo.
  • Se i presupposti ricorrono da una data antecedente al 1° gennaio dell’anno di presentazione, può essere indicato, convenzionalmente, il 1° gennaio dell’anno di presentazione con effetto dal 1° semestre dell’anno di presentazione.

 

Modalità di presentazione

 

La dichiarazione sostitutiva può essere presentata tramite:

 

  • applicazione web disponibile sul sito di Agenzia delle Entrate
  • intermediari abilitati
  • posta elettronica certificata, purché la dichiarazione stessa sia sottoscritta mediante firma digitale, coerentemente con quanto previsto dagli articoli 48 e 65 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 (Codice dell’Amministrazione Digitale).
    La dichiarazione firmata digitalmente dovrà essere inviata mediante PEC all’indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it, entro gli stessi termini previsti dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia per le altre modalità di invio (plico raccomandato senza busta o invio telematico)
  • forma cartacea, mediante spedizione a mezzo del servizio postale al Sat – c.p.22 Torino – per plico raccomandato senza busta unitamente a copia di un valido documento di riconoscimento.
Fonte: Agenzia delle Entrate
avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Troilo Sara Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Troilo Sara
Ospite
Troilo Sara

Anche residenti a l’estero e avendo 78 anni ??