Modifiche ai dati dei Mutui degli Enti Locali: entro quale termine?

lentepubblica.it • 17 Febbraio 2017

mutui enti locali termineIl Ministero dell’Interno ha reso nota la tempistica per gli enti locali beneficiari dei contributi in conto interessi sui mutui attivati nel 2015.

 


 

La disciplina di riferimento è dettata dal comma 540 della Legge n. 190/2014 che ha finanziato l’erogazione di un contributo in conto interessi in favore dei Comuni, delle Province e delle Città metropolitane che abbiano attivato nuove operazioni di indebitamento, sotto forma di mutuo presso istituti di credito autorizzati, per spese di investimento nell’anno 2015 con ammortamento a decorrere dal 1° gennaio 2016.

 

Gli enti locali hanno tempo fino al 31 marzo per modificare i dati sui mutui attivati nel 2015.

 

Dal 1° al 31 marzo 2017, dunque, sarà disponibile, alla pagina web della Finanza locale del Ministero dell’Interno, la certificazione per la concessione del contributo in conto interessi sui mutui assunti dai comuni, dalle province e dalle città metropolitane nell’anno 2015, con la quale gli enti locali potranno indicare le eventuali variazioni intervenute su dati già trasmessi.

 

Sono interessati dal comunicato del 15 febbraio 2017 solo gli enti locali che nell’anno 2016 hanno presentato la certificazione per la concessione del contributo in conto interessi sui mutui assunti dai comuni, dalle province e dalle città metropolitane nell’anno 2015, di cui al comma 540, dell’articolo 1 della legge 23 dicembre 2014, n. 190.

 

Per la corretta compilazione del modello in esame si consiglia di consultare la guida visualizzabile alla pagina web:  http://finanzalocale.interno.it/docum/comunicati/com150217all.pdf

 

Inoltre, come già segnalato nel comunicato del 1° settembre 2015, sul sito della Direzione Centrale della Finanza Locale, è possibile prendere visione della circolare F.L. 9/2015 del 25 marzo 2015 con cui si forniscono, tra l’altro, istruzioni generali e chiarimenti sulla certificazione originariamente trasmessa.

Fonte: Ministero dell'Interno - Finanza Locale
avatar
  Subscribe  
Notificami