lentepubblica

Parte il Modello 730/2022: ecco tutti i dettagli per l’anno in corso

lentepubblica.it • 14 Marzo 2022

modello-730-2022Fra riduzione della pressione fiscale, nuovi bonus al debutto e modifiche su bonus pre-esistenti, arriva il Modello 730/2022, che colleziona una serie abbastanza ricca di novità.


Ricordiamo che il Modello 730 è un modulo utilizzato in Italia per la dichiarazione dei redditi, destinato ai lavoratori dipendenti e pensionati.

Ecco qui di seguito riassunte tutte le informazioni utili riguardanti il Modello 730/2022, compresi tutti i documenti resi disponibili dall’Agenzia delle Entrate.

Cosa c’è nel nuovo Modello 730/2022?

Nel modello 730 trovano spazio gli adeguamenti del trattamento integrativo e dell’ulteriore detrazione a favore dei lavoratori dipendenti e assimilati, come anche il nuovo “bonus musica”, che riguarda le spese relative a scuole di musica, conservatori e cori, effettuate per bambini e ragazzi.

Inserito il Superbonus anche per l’abbattimento delle barriere architettoniche, con l’aliquota maggiorata del 110% in caso di spese sostenute unitamente agli interventi Sismabonus ed Ecobonus.

Tra le agevolazioni, presenti anche il credito d’imposta per l’installazione di sistemi di filtraggio e miglioramento qualitativo dell’acqua e quello per l’acquisto con Iva della prima casa, dedicato agli under 36.

Ricordiamo che per fare la dichiarazione 730 modello precompilato occorre essere in possesso di spid o credenziali dell’agenzia delle entrate.

Il bonus 100 euro

Nel 730 di quest’anno troviamo l’ex Bonus Renzi (all’origine pari a 80 euro mensili in più), che dal 1° luglio 2020 è cambiato: il legislatore ha innalzato a 100, per un totale di 1.200 euro annui: quindi una sorta di “quindicesima” dilazionata sulle buste paga nell’arco dei 12 mesi.

Tale beneficio, in riferimento all’anno 2021, è stato garantito ai lavoratori dipendenti con redditi complessivi fino a 28.000 euro, soglia che però già da quest’anno (quindi per i redditi 2022) è stata retrocessa a 15.000 euro annui.

Bonus Prima Casa

Quest’anno avviene l’ingresso nel 730 del Bonus Prima Casa destinato ai giovani under 36 con ISEE non superiore a 40.000 euro.

Si tratta infatti di un’agevolazione istituita nel 2021 (valida per l’esattezza dal 26 maggio 2021 al 31 dicembre 2022) che comprende non solo delle facilitazioni economiche sul piano dell’accesso al credito per l’acquisto dell’immobile prima casa, ma presuppone anche la possibilità di godere in dichiarazione, per le sole compravendite soggette a IVA, di un credito d’imposta (quindi sostanzialmente una detrazione) pari alla stessa IVA corrisposta nella transazione, a meno che il credito non sia stato già fatto valere nel momento stesso dell’acquisto come sconto sulle imposte di registro, ipotecaria e catastale.

Bonus Mobili

C’è il Bonus Mobili, il quale, per le spese sostenute nel 2021, ha visto alzarsi da 10.000 a 16.000 euro la soglia di spesa massima soggetta alla detrazione del 50%:

  •  coloro che nel 2021 dovessero aver speso fino a 16.000 euro, o anche di più, per nuovi arredi o elettrodomestici da collocare in abitazioni soggette a ristrutturazioni, potranno arrivare a detrarre al massimo fino a 8.000 euro;
  • tuttavia tale soglia sia stata è stata riportata ai vecchi 10.000 euro dal legislatore della manovra 2022 (quindi con effetto pratico nel 730 del 2023).

Spese veterinarie

Per le spese veterinarie il massimale di spesa detraibile è stato elevato per il 2021 da 500 a 550 euro (ricordiamo comunque che anche per le spese veterinarie agisce la franchigia di 129,11 euro che di fatto rende detraibile al 19% la sola quota di spesa compresa tra il superamento della franchigia e la soglia del massimale).

Bonus musica

Infine c’è la nuova detrazione al 19%, entro una spesa massima di 1.000 euro, per l’iscrizione dei bambini/ragazzi tra 5 e 18 anni a:

  • conservatori di musica, istituzioni AFAM (Alta Formazione Artistica, Musicale e coreutica)
  • scuole di musica iscritte nei registri regionali
  • e infine cori, bande e scuole riconosciuti da una pubblica amministrazione, per lo studio e la pratica della musica.

Il tutto a condizione però che il reddito complessivo del genitore che detrarrà la spesa non sia superiore a 36.000 euro.

Scadenze

La data entro cui deve avvenire la presentazione del modello 730 è il:

  • 30 settembre 2022 direttamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate – modello 730 precompilato;
  • 30 settembre 2022 al proprio Sostituto d’imposta;
  • 30 settembre 2022 a un CAF dipendente o a un professionista abilitato.

Esonero di presentazione del Modello 730/2022

Tra i casi di esonero dalla presentazione della dichiarazione dei redditi (si vedano, in proposito, le tabelle contenute nelle istruzioni alla compilazione del modello 730/2022) vi è quello del contribuente che possiede esclusivamente l’abitazione principale, relative pertinenze e altri fabbricati non locati. L’esonero non si applica, tuttavia, se il fabbricato non locato si trova nello stesso Comune dell’abitazione principale.

Rientra, inoltre, tra i “casi di esonero con limite di reddito” quello del contribuente che possiede esclusivamente redditi derivanti da terreni e fabbricati (comprese abitazione principale e pertinenze per le quali non è dovuta l’Imu) per un importo non superiore a 500 euro.

Infine, si ricorda che, anche in caso di esonero, il contribuente può comunque presentare la dichiarazione dei redditi per esporre eventuali spese sostenute, usufruire di detrazioni o deduzioni, chiedere rimborsi relativi a crediti o eccedenze di versamento che derivano dalle dichiarazioni degli anni precedenti o da acconti versati nel periodo d’imposta interessato.

Il modello e le istruzioni di compilazione

Ai seguenti link trovate i documenti utili relativi al Modello 730/2022.

 

0 0 votes
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments