Nuova proroga per la revisione e il censimento delle partecipazioni pubbliche

lentepubblica.it • 12 Aprile 2019

proroga-revisione-censimento-partecipazioni-pubblicheNuova proroga per la revisione e il censimento delle partecipazioni pubbliche: lo comunica il Dipartimento del Tesoro, tramite il proprio portale “Partecipazioni”.


La rilevazione dei dati relativi alla revisione periodica delle partecipazioni pubbliche e il censimento delle partecipazioni e dei rappresentanti in organi di governo di società ed enti al 31/12/2017 proseguiranno fino al 24 maggio 2019.

Questo è quanto comunicato dal Dipartimento del Tesoro sul Portale “Partecipazioni“.

Pertanto, l’Applicativo Partecipazioni rimarrà aperto fino al prossimo 24 maggio per entrambi gli adempimenti: l’acquisizione dei provvedimenti di revisione periodica delle partecipazioni pubbliche (art. 20 del TUSP) e il censimento delle partecipazioni e dei rappresentanti al 31/12/2017 (art. 17 del D.L. n. 90/2014).

Come va fatta la comunicazione?

La comunicazione dei dati può essere fatta esclusivamente attraverso l’applicativo Partecipazioni del Portale Tesoro, raggiungibile, per gli utenti già accreditati, cliccando su “Accedi ai servizi istituzionali”.

A tal fine ogni Amministrazione deve individuare, secondo la propria struttura organizzativa, un responsabile per la comunicazione dei dati (D.L. n. 98 del 6 luglio 2011, convertito nella Legge 111/2011, all’art. 12, comma 13). Il responsabile deve accreditarsi sul Portale Tesoro e può abilitare altre utenze per l’operatività sull’applicativo Partecipazioni.

Quali informazioni devono essere comunicate?

La comunicazione ha per oggetto le informazioni relative a:

  1. le partecipazioni dirette e indirette detenute in società (per azioni, a responsabilità limitata, cooperative e consortili) e in altri organismi di diversa forma giuridica, quali consorzi, fondazioni, aziende speciali, istituzioni, enti pubblici economici e non, enti di diritto pubblico e associazioni;
  2. il settore di attività in cui opera la partecipata;
  3. i dati sintetici di bilancio;
  4. gli affidamenti di servizi con indicazione della tipologia (o le tipologie) di attività svolta dalla partecipata in favore dell’Amministrazione, la modalità di affidamento e l’importo impegnato per l’anno di rilevazione;
  5. i dati contabili derivanti dal rapporto di partecipazione;
  6. i rappresentanti dell’Amministrazione negli organi di società ed enti nell’anno di riferimento della rilevazione e relativo compenso.
Fonte: Dipartimento del Tesoro
avatar
  Subscribe  
Notificami