Pagamento rate del mutuo: regole nella separazione consensuale

lentepubblica.it • 28 Agosto 2015

garanziaIn base alla sentenza di separazione consensuale da mia moglie, che ha rinunciato al mantenimento, dovrò pagare le rate del mutuo contratto per la nostra prima casa. Posso dedurle dal mio reddito?

 

Luca A.

 

Sono deducibili dal reddito complessivo ai fini delle imposte sul reddito, gli assegni periodici corrisposti al coniuge, in conseguenza di separazione legale ed effettiva, di scioglimento o annullamento del matrimonio o di cessazione dei suoi effettivi civili, nella misura in cui risultano da provvedimenti dell’autorità giudiziaria (articolo 10, comma 1, lett. c), del Tuir). Non è possibile considerare l’importo del mutuo come onere deducibile, in quanto il coniuge ha espressamente rinunciato all’assegno di mantenimento. Inoltre, le somme destinate alle rate di mutuo, che non vengono corrisposte al coniuge stesso ma direttamente all’istituto mutuante, non sembrano collegate ai medesimi presupposti dell’assegno di mantenimento (paragrafo 3.2 della circolare 50/E del 2002).

Fonte: Fisco oggi, Rivista Telematica dell'Agenzia delle Entrate - articolo di Gianfranco Mingione
avatar
  Subscribe  
Notificami