fbpx

Relazione del NARS al CIPE sulla pianificazione economica pubblica

lentepubblica.it • 10 Dicembre 2014

Il NARS è un organo di consulenza e supporto tecnico al CIPE in materia di investimenti infrastrutturali, di regolazione e di valutazione di atti convenzionali a tutela della finanza pubblica.

La Relazione NARS dà conto degli sviluppi normativi nei settori di competenza del Nucleo e descrive le attività svolte dal Nucleo stesso nel 2013 che includono, tra l’altro, l’emanazione delle Linee Guida sulle Misure di defiscalizzazione quale nuovo strumento inteso a incentivare la realizzazione di opere pubbliche senza immediato esborso per lo Stato, e le direttive intese ad integrare la disciplina regolatoria, in particolare del settore autostradale.

La relazione dà altresì atto dei casi concreti esaminati dal NARS che hanno consentito di sbloccare, già nel 2013, lavori per oltre 4 miliardi di Euro mentre altri 8 miliardi sono riferiti ad opere che sono state licenziate definitivamente nel 2014.

La relazione si chiude con l’indicazione delle principali direttrici sulle quali in futuro il NARS intende operare: in particolare le funzioni di tutela della finanza pubblica in tema di regolazione dei nuovi istituti di agevolazione finanziaria (quali ad es. il credito di imposta) e la verifica dell’equilibrio dei piani economico-finanziari delle opere pubbliche in concessione.

Il Nucleo di consulenza per l’Attuazione e Regolazione dei Servizi di pubblica utilità (NARS) è stato istituito con delibera CIPE 8 maggio 1996 ed attualmente è disciplinato dal D.P.C.M. 25 novembre 2008, come modificato dal D.P.C.M. 2 agosto 2010.

Con l’art. 1, comma 2, della legge 17 luglio 2006, n. 233, il Nucleo è stato trasferito nell’ambito della Presidenza del Consiglio dei Ministri ed è stato incardinato presso il Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica (DIPE).

Il Nucleo è nato come organismo tecnico di consulenza e supporto alle attività del CIPE in materia tariffaria e di regolazione dei servizi di pubblica utilità non regolamentati da una specifica Autorità di settore e la sua attività, di fatto, si è concretizzata e sviluppata mediante la formulazione di pareri resi al CIPE e alle Amministrazioni richiedenti, di raccomandazioni e di specifiche proposte operative nei settori di relativa competenza.

In particolare, con il DPCM 25 novembre 2008, sono state attribuite al Nucleo le funzioni di seguito indicate:

a) predisporre, per l’approvazione del CIPE, le linee guida per la regolazione dei servizi di pubblica utilità, promuoverne l’applicazione omogenea nei contratti di programma e di servizio, nelle convenzioni e negli atti, comunque denominati, sottoposti al suo esame;

b) curare il monitoraggio degli effetti derivanti dall’applicazione degli atti di cui alla lettera a);

c) su richiesta del CIPE, dei Ministri ovvero dei Presidenti delle Regioni, esprimere parere in materia tariffaria e di regolamentazione economica dei settori di pubblica utilità e degli obblighi di servizio pubblico;

d) formulare al CIPE proposte attinenti alla materia tariffaria e di regolazione economica, nonché, nell’ambito delle materia di sua competenza, proposte al Governo per l’adozione di provvedimenti di cui ravvisi la necessità.

 

 

Consulta l’allegato: Relazione NARS al CIPE – Pianificazione Finanza Pubblica

 

 

FONTE: Governo Italiano

 

 

PalazzoChigi

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami