fbpx

Scadenze Rate Rottamazione Ter 2019: proroga in arrivo?

lentepubblica.it • 14 Ottobre 2019

scadenze-rate-rottamazione-ter-2019-prorogaIn arrivo un ulteriore slittamento dei termini? Il nuovo Decreto Fiscale potrebbe intervenire sulle scadenze delle rate della rottamazione ter 2019, con una proroga rinnovata.


Scadenze Rate Rottamazione Ter 2019: proroga in arrivo?

Per chi ha usufruito della possibilità di chiudere le proprie pendenze con il Fisco presentando – entro il 30 aprile 2019 – l’istanza di adesione alla rottamazione ter, ma non ha versato il dovuto o la prima rata entro la scadenza del 31 luglio, dovrebbe esserci una nuova opportunità.

Scopriamone di più.

Scadenze Rate Rottamazione Ter 2019: proroga dei termini?

Nel Decreto Fiscale 2020 collegato alla Manovra economica, che dovrebbe arrivare in Consiglio dei Ministri all’inizio della prossima settimana, il Governo Conte bis sta per introdurre un nuovo termine per il pagamento delle cartelle da rottamare.

La nuova scadenza dovrebbe essere il 30 novembre prossimo, che essendo un sabato andrà a finire a lunedì 2 dicembre.

Il condizionale è d’obbligo visto che ancora si parla solo di bozze del Decreto Fiscale e non c’è nulla di approvato.

I contribuenti ammessi che hanno fatto domanda entro il mese di aprile possono pagare il debito maturato, al netto di sanzioni ed interessi, in un massimo di 18 rate spalmate in cinque anni.

L’intento è quello di colmare la disparità di trattamento tra chi è stato tempestivo aderendo entro il 30 aprile e chi, invece, ha deciso di farlo entro il 31 luglio, considerando che si tratta della stessa identica rottamazione.

Ora il Legislatore sembra voler correre ai ripari equiparando il termine di versamento per tutti proprio al 30 novembre 2019.

Il termine era già stato prorogato

Come già anticipato, ricordiamo che il Decreto Legge n. 34/2019 (“decreto Crescita”), convertito con modificazioni dalla Legge n. 58/2019, aveva la riapertura dei i termini per aderire al “Saldo e stralcio” delle cartelle (Legge n. 145/2018). La nuova scadenza è fissata al 31 luglio 2019. La riapertura riguarda solo i debiti non ricompresi nelle dichiarazioni di adesione al “Saldo e stralcio” o alla “rottamazione-ter” presentate entro lo scorso 30 aprile.

Rottamazione Ter 2019: di cosa si tratta?

La Definizione agevolata prevede la possibilità estinguere i debiti iscritti a ruolo contenuti nelle cartelle di pagamento, versando le somme dovute senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora. Per le multe stradali non si pagano gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge.

Sono da aggiungere a quanto dovuto le somme maturate a favore dell’Agente della riscossione a titolo di aggio, spese per procedure esecutive e diritti di notifica.

Maggiori informazioni a questo link.

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami