Scadenze Tariffe Rifiuti e PEF 2020: la situazione attuale

lentepubblica.it • 31 Marzo 2020

scadenze-tariffe-rifiuti-pef-2020

L’IFEL Anci pubblica alcuni chiarimenti in merito, con la sintesi delle nuove scadenze e le opzioni recate dalla nuova normativa.


Scadenze Tariffe Rifiuti e PEF 2020: ecco la situazione attuale sintetizzata dall’IFEL – Fondazione Anci.

Con le nuove scadenze dettate dall’articolo 107,commi 4 e 5, del dl “CuraItalia” (dl 18/2020), il termine per la deliberazione delle tariffe Tari e Tari corrispettivo è prorogato al 30 giugno.

I Comuni possono inoltre approvare per il 2020 le stesse tariffe del 2019 e, in questo caso, rimandare l’adozione del PEF 2020 secondo il metodo MTR-ARERA (entro il 31 dicembre 2020).

Questo dispositivo appare il “minimo indispensabile” affinché i Comuni possano mantenere i gravosi impegni richiesti dal MTR, nelle attuali condizioni che impegnano ingenti risorse umane e materiali nel contrasto all’emergenza epidemiologica da COVID-19 e alla gravissima crisi che questa sta determinando, per il Paese e per tutte le amministrazioni locali.

Scadenze Tariffe Rifiuti e PEF 2020: e i regolamenti TARI e tariffa corrispettiva?

Eravamo rimasti al 30 aprile 2020 dopo approvazione del «dl fiscale» (decreto legge n.124 del 2019). Il «dl Cura Italia» (dl n.18 del 2020) non cita esplicitamente nuovi termini per il regolamento, ma si ritiene che la proroga al 30 giugno riguardare anche il regolamento.

Per maggiore certezza di tale assunto, l’Anci ha presentato il seguente emendamento:

All’articolo 107, comma 4, dopo le parole “determinazione delle tariffe”, inserire le parole “e dei regolamenti”.

Motivazione:

L’attuale formulazione della norma che si propone di modificare prevede la proroga al 30 giugno delle sole tariffe della Tari e della Tari corrispettiva. QUesta proroga non menziona i regolamenti per la disciplina della tassa o della tariffa corrispettiva.

Si ritiene opportuno che entrambi gli adempimenti siano riferibili ad uno stesso termine (30 giugno). Questo per semplificare e riunificare, per quanto possibile, i termini di approvazione degli atti comunali da approvare.

Si ricorda che entro la stessa data (30 giugno) sono anche previsti i termini per l’approvazione delle delibere tariffarie e del regolamento per la disciplina della nuova IMU.

Peraltro, la previsione di un termine unico sia per l’approvazione di tariffe che dei regolamenti era già prevista dal cd. “dl fiscale 2019” (dl n.124/2019) al 30 aprile 2020.

Il mancato riferimento esplicito nella nuova previsione del dl 18/2020, costituisce in tutta evidenza un’imprecisione della norma che è opportuno correggere.

A questo link trovate alcune slide di sintesi redatte dall’IFEL sulle scadenze e sulle opzioni recate dalla nuova normativa.

 

Fonte: IFEL
avatar
  Subscribe  
Notificami