fbpx

Gli sgravi contributivi per l’occupazione giovanile del 2018

lentepubblica.it • 11 Gennaio 2018

Bonus-Assunzioni-640x342Ecco gli sgravi contributivi per l’occupazione giovanile previsti dalla nuova Legge di Bilancio.


 

Di seguito, per punti, l’elenco degli sgravi contributivi per l’occupazione giovanile previsti:

 

1) SGRAVIO CONTRIBUTIVO TRIENNALE DEL 50%  (con tetto massimo annuo di euro 3.000,00)  per l’assunzione con contratto a tutele crescenti (a tempo indeterminato) o per trasformazioni di contratti a termine in contratti a tempo indeterminato di soggetti:

 

a) di età inferiore a 35 anni (non compiuti)  per tutto il corso del 2018

 

b) di età inferiore a 30 anni (non compiuti) dal 01/01/ 2019

 

N.B. In entrambi i casi si deve trattare del primo contratto a tempo indeterminato del lavoratore (non sono ostativi i periodi di apprendistato non proseguiti in rapporti di lavoro a tempo indeterminato); restano esclusi dall’agevolazione  i contributi e premi INAIL;

 

 

2) SGRAVIO CONTRIBUTIVO DEL 100% (con tetto massimo annuo di 3000 €)  per:

 

a) i giovani fino a 29 anni assunti entro 6 mesi dal conseguimento del titolo di studio,  se avevano svolto apprendistato  per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore, il certificato di specializzazione tecnica superiore o periodi di apprendistato in alta formazione o alternanza scuola lavoro presso la stessa azienda.

 

Nelle ipotesi in cui il lavoratore, per la  cui  assunzione a tempo indeterminato è stato parzialmente fruito l’esonero, sia nuovamente assunto  a  tempo  indeterminato  da  altri datori di lavoro privati, il beneficio è  riconosciuto  agli  stessi datori  per  il  periodo  residuo   utile   alla   piena   fruizione, indipendentemente dall’ età anagrafica del lavoratore alla data delle nuove assunzioni.

 

 

Fonte: CGIA Mestre
avatar
  Subscribe  
Notificami