fbpx

Spese Sindacali da certificare: le scadenze

lentepubblica.it • 15 Marzo 2017

spese sindacaliComuni, Province, Città metropolitane, liberi consorzi comunali, comunità montane e Asp (subentrate alle Ipab) devono certificare le spese sostenute lo scorso anno per il personale in aspettativa per motivi sindacali: le scadenze.


 

L’espressione «aspettativa per motivi sindacali» utilizzata dal legislatore nell’art. 1-bis del decreto-legge 25 novembre 1996, n. 599, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 gennaio 1997, n. 5, deve intendersi riferita all’istituto del «distacco sindacale», pertanto solo gli enti, di cui all’art. 2, punto 1, che hanno sostenuto, nell’anno 2016, oneri per il personale cui è stato concesso il distacco per motivi sindacali, sono legittimati alla trasmissione del modello.

 

A tal proposito, il Decreto del 22 febbraio 2017 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’8 marzo scorso, in ossequio alle disposizioni contenute all’articolo 1-bis del D.L. n. 599/1996) ha approvato per gli enti locali, i modelli che questi dovranno utilizzare per richiedere il rimborso della spesa sostenuta nel 2016.

 

Approvato il modello di certificazione informatizzato, distinto per tipo di ente, con il quale i comuni, le province, le Città metropolitane, i liberi consorzi comunali, le comunità montane e le I.P.A.B (ora A.S.P.), ad esclusione degli enti appartenenti alle regioni Friuli-Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige e Valle d’Aosta, certificano le spese sostenute per il personale cui è stata concessa, nell’anno 2016, l’aspettativa per motivi sindacali – rectius distacco per motivi sindacali.

 

Il modello cartaceo, allegato A al presente decreto, costituisce solo la rappresentazione grafica del modello vero e proprio contenuto nei sistemi informatizzati del Ministero dell’interno – Direzione centrale della finanza locale. La certificazione dovrà essere compilata esclusivamente con metodologia informatica, avvalendosi dell’apposito documento informatizzato che sarà messo a disposizione degli enti sul sito web istituzionale della Direzione centrale della finanza locale, a decorrere dal 3 aprile 2017 e fino alle ore 14,00 del 5 giugno 2017.

 

La certificazione delle spese sostenute nell’anno 2016 per il personale di cui all’art. 2, punto 1, deve essere trasmessa al Ministero dell’interno – Direzione centrale della finanza locale, esclusivamente con modalità telematica, entro il termine perentorio delle ore 14,00 del 5 giugno 2017, a pena di decadenza.

 

 

 

Fonte: Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana
avatar
  Subscribe  
Notificami