lentepubblica

Spese trasporto in ambulanza: la detrazione fiscale è possibile?

lentepubblica.it • 2 Ottobre 2018

spese-trasporto-in-ambulanza-detrazione-fiscaleIl costo sostenuto per il trasporto in ambulanza si può considerare una spesa medica detraibile?


Nel novero delle spese mediche per le quali spetta la detrazione Irpef prevista dal Tuir (articolo 15, comma 1, lettera c) non rientra la spesa sostenuta per il trasporto in ambulanza. Sono detraibili, invece, le prestazioni di assistenza medica effettuate durante il trasporto (circolare Min. Finanze n. 108 del 3 maggio 1996, paragrafo 2.4.1).

 

Tra gli altri casi legati all’ambito delle cure mediche, nel caso della visita per il rinnovo della patente di guida le spese mediche danno diritto alla detrazione d’imposta a prescindere dal luogo o dal fine per il quale vengono effettuate. La distinzione tra spese mediche specialistiche e spese mediche generiche rileva al solo fine di stabilire se la detrazione deve essere calcolata sull’intero importo o sulla parte che eccede lire 500 mila.

 

Si ricorda che le spese mediche, i premi di assicurazione sulla vita e contro gli infortuni, nonche’ i contributi previdenziali non obbligatori per legge e le spese per frequenza di corsi di istruzione secondaria e universitaria sono detraibili anche se l’onere e’ stato sostenuto nell’interesse delle persone fiscalmente a carico.

 

In questi casi, nelle istruzioni per la compilazione della dichiarazione dei redditi e’ stato precisato che se il documento comprovante il sostenimento della spesa e’ intestato a uno dei genitori, la detrazione spetta al genitore stesso. Se, invece, il documento e’ intestato al figlio, le spese devono essere suddivise al 50 per cento tra i due genitori.

 

Tuttavia, poiche’ ai fini della detrazione degli oneri e’ necessario che essi siano rimasti effettivamente a carico del contribuente, se la spesa e’ stata sostenuta da uno solo dei genitori e questi e’ in grado di provarlo, il medesimo potra’ tenere conto dell’intero importo per calcolare la detrazione.

 

A tal fine, nel documento comprovante la spesa deve essere annotata una dichiarazione con la quale il genitore interessato attesti di aver sostenuto interamente la spesa.

 

Ad esempio, anche la spesa relativa all’acquisto del liquido per le lenti a contatto rientra fra le spese mediche per le quali la detrazione spetta sull’intero importo in quanto detto liquido e’ indispensabile per l’utilizzazione delle lenti stesse che, come e’ noto, rientrano tra le protesi mediche e sanitarie.

 

Infine, l’anestesia epidurale, l’inseminazione artificiale, l’amniocentesi, la villocentesi e le altre analisi di diagnosi prenatale costituiscono spese mediche per le quali la detrazione spetta sull’intero importo.

 

 

0 0 votes
Article Rating

Fonte: Fisco Oggi, Rivista Telematica dell'Agenzia delle Entrate - articolo di Gennaro Napolitano
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments