SPID per il Cashback: ecco alcune indicazioni utili

lentepubblica.it • 19 Maggio 2021

spid-per-cashbackIl 1 gennaio 2021 è partito il piano cashback del Governo, che prevede il rimborso del 10% di quanto speso nei negozi tramite pagamenti elettronici. Per partecipare all’iniziativa è necessario essere in possesso dell’identità digitale, SPID.


Scopriamo tutti i dettagli dell’iniziativa e come ottenere lo SPID per il Cashback.

Il cashback di Stato, dopo un avvio sperimentale per lo scorso Natale, rientra nel piano cashless Italia che ha l’obiettivo di limitare l’utilizzo del contante.

In particolare, il cashback natalizio ha introdotto un nuovo servizio di rimborso a favore di quei soggetti che, durante le festività natalizie hanno acquistato, tramite moneta elettronica, beni di qualsiasi genere.

Grazie all’extra cashback di Natale, infatti, i cittadini sono riusciti a ottenere rimborsi fino a 150 euro su una spesa massima di 1.500 euro in un solo mese (dicembre 2020).

Che cos’è il Cashback?

Ricordiamo che il cashback di Stato è partito il primo gennaio ed è suddiviso in tre diversi semestri.

Italia Cashless è un piano messo a punto dal Governo per incentivare l’uso di carte e app di pagamento, al fine di modernizzare il Paese e favorire lo sviluppo di un sistema più digitale, veloce, semplice e trasparente.

Possono ricevere il Cashback i maggiorenni che risiedono in Italia.

In famiglia, ogni componente maggiorenne può partecipare, e i rimborsi possono essere cumulati. Ad esempio, una famiglia con due genitori e un figlio maggiorenne può ottenere fino a 900 euro l’anno di Cashback.

Come si articola il Cashback?

Il Cashback si articola in quattro periodi. Il primo periodo sperimentale, detto “Extra Cashback di Natale”, è iniziato l’8 dicembre 2020 e si è concluso il 31 dicembre 2020. Nel mese di febbraio 2021, i partecipanti al Programma hanno ricevuto i rimborsi.

A partire dal 1° gennaio 2021, sono previsti tre periodi della durata di sei mesi ciascuno, come riportato nella tabella sottostante.

1° Semestre

  • dal 1° Gennaio 2021 al 30 Giugno 2021

2° Semestre

  • dal 1° Luglio 2021 al 31 Dicembre 2021

3° Semestre

  • dal 1° Gennaio 2022 al 30 Giugno 2022

SPID per Cashbackrisposte-domande-pef-tari-2021

Per registrarsi al programma è necessario poi scaricare l’app IO e, dopo l’avvio del Cashback, abilitare le carte utilizzate per i pagamenti.

Tuttavia per partecipare all’iniziativa è necessario essere in possesso dell’identità digitale, SPID, che può essere richiesta ad uno dei provider indicati sul sito spid.gov.it.

Infatti, dopo aver scaricato e installato l’applicazione sul tuo smartphone o tablet compatibile, devi effettuare l’accesso tramite le tue credenziali SPID (Sistema Pubblico d’Identità Digitale) oppure con la tua CIE (Carta di identità elettronica) abbinata al PIN.

Prima di attivare SPID ricordati che devi essere maggiorenne e avere a disposizione:

  • un documento italiano in corso di validità;
  • la tua tessera sanitaria (o tesserino codice fiscale);
  • la tua e-mail e il tuo numero di cellulare personali.

Occorre poi scegliere  tra i gestori di identità abilitati (identity provider) e registrati sul loro sito.

La registrazione consiste in tre passaggi:

  1. inserisci i tuoi dati anagrafici;
  2. crea le tue credenziali SPID;
  3. effettua il riconoscimento scegliendo tra le modalità offerte dal gestore.

In alternativa puoi recarti presso una delle pubbliche amministrazioni che possono svolgere le procedure per identificarti, consentendo quindi il rilascio successivo di SPID.

Maggiori informazioni a questo link.

Cashback con CIE

In alternativa, puoi utilizzare la Carta di Identità Elettronica (CIE 3.0) abbinata al PIN che hai ricevuto al momento del rilascio. Puoi richiedere il rilascio della CIE presso il tuo Comune.

La Carta di identità elettronica può essere richiesta presso il proprio Comune di residenza o presso il Comune di dimora per i cittadini residenti in Italia e presso il Consolato di riferimento per i cittadini residenti all’Estero. Per questi ultimi le modalità di rilascio sono indicate sul sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

La durata del documento varia secondo le fasce d’età di appartenenza.

Nel dettaglio:

  • 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni;
  • 5 anni per i minori di età compresa tra i 3  e i 18 anni;
  • 10 anni per i maggiorenni.

Il cittadino dovrà recarsi in Comune munito di fototessera, in formato cartaceo o elettronico, su un supporto USB. La fototessera dovrà essere dello stesso tipo di quelle utilizzate per il passaporto.

blankQuali acquisti sono validi?

Sono validi tutti gli acquisti in negozi, bar e ristoranti, supermercati e grande distribuzione o per artigiani e professionisti effettuati tramite un dispositivo fisico di accettazione (es. pos).

Non sono validi:

  • gli acquisti effettuati online;
  • gli acquisti effettuati nell’ambito di qualsiasi attività d’impresa, professionale o artigianale;
  • gli acquisti effettuati fuori dal territorio nazionale, ivi inclusi quelli effettuati nella Repubblica di San Marino e nello Stato della Città del Vaticano;
  • gli acquisti presso gli esercenti che dispongono di un dispositivo di accettazione di carte e app non ancora convenzionato

e neanche:

  • le operazioni eseguite presso gli sportelli ATM (es. prelievi, ricariche telefoniche);
  • i pagamenti con bonifico;
  • le operazioni relative a pagamenti ricorrenti, con addebito su carta o su conto corrente.

 

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments