Superbonus e rimozione delle barriere architettoniche: alcune utili indicazioni

lentepubblica.it • 19 Agosto 2021

superbonus-rimozione-barriere-architettonicheSuperbonus e rimozione delle barriere architettoniche: ecco alcune utili indicazioni sulla materia in arrivo dall’Agenzia delle Entrate.


Cessione del credito e sconto in fattura previsti anche per i lavori di rimozione delle barriere architettoniche sono le ultime novità in tema di Superbonus 110%.

Superbonus e rimozione delle barriere architettoniche: alcune utili indicazioni

Con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 20 luglio, sono state aggiornate le istruzioni e le specifiche tecniche per la compilazione e l’invio telematico del modello per la comunicazione delle opzioni per lo sconto in fattura o la cessione del credito, relative al Superbonus 110% e alle altre detrazioni spettanti per gli interventi edilizi.

L’aggiornamento, tra l’altro, consente di comunicare l’opzione anche per le detrazioni spettanti in relazione agli interventi di rimozione delle barriere architettoniche, se eseguiti congiuntamente ad altri interventi trainanti che danno diritto al Superbonus 110%.

Come si presenta?

La comunicazione relativa agli interventi eseguiti sulle parti comuni degli edifici è inviata dall’amministratore di condominio, direttamente oppure avvalendosi di un intermediario.

Per gli interventi che danno diritto al Superbonus la comunicazione relativa agli interventi eseguiti sulle parti comuni degli edifici è inviata dal soggetto che rilascia il visto di conformità oppure dall’amministratore del condominio, direttamente o avvalendosi di un intermediario.

Tempistica

La comunicazione deve essere inviata entro il 16 marzo dell’anno successivo a quello di sostenimento delle spese per cui viene esercitata l’opzione.

Per le spese sostenute nel 2020 la comunicazione può essere trasmessa a partire dal 15 ottobre 2020.La comunicazione della cessione del credito relativa alle rate di detrazione non fruite deve essere inviata entro il 16 marzo dell’anno di scadenza del termine ordinario di presentazione della dichiarazione dei redditi in cui avrebbe dovuto essere indicata la prima rata ceduta non utilizzata in detrazione.

Documenti utili

A questi link trovate tutto quello che serve per saperne di più:

 

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments