Le Tariffe Balneari dell’Estate 2020 sono in netto aumento

lentepubblica.it • 17 Luglio 2020

tariffe-balneari-estate-2020A renderlo noto è un’indagine effettuata dall’Associazione Altroconsumo: in quest’Estate alle prese con il Covid-19 si rischia di spendere tanto.


Le Tariffe Balneari dell’Estate 2020 sono in netto aumento. Lo rivela un’indagine effettuata dall’Associazione Altroconsumo, svolta attraverso interviste telefoniche presso 117 stabilimenti balneari.

Gli stabilimenti sono suddivisi tra 7 località turistiche (Litorale Palermitano, Anzio, Finale Ligure, Castiglione della Pescaia, Cervia, Penisola Sorrentina, Porto Recanati), situate in altrettante Regioni (Sicilia, Lazio, Liguria, Toscana, Emilia Romagna, Campania, Marche).

Tariffe Balneari Estate 2020

Il coronavirus ha costretto le persone a rivedere le proprie abitudini in base alle nuove regole di comportamento, che portano cambiamenti concreti nella vita di tutti i giorni.

Con l’arrivo dell’estate anche i gestori degli stabilimenti balneari si sono dovuti adeguare alle nuove linee guida decise il 25 maggio scorso durante la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome.

Sono molte le misure con cui i gestori si sono trovati a fare i conti come la disponibilità di gel igenizzante per le mani e l’inserimento di segnaletiche e informative ad hoc sulla spiaggia e nei bar.

Tutti questi provvedimenti comportano sia dei costi aggiuntivi per l’imprenditore sia la possibilità che si riducano le entrate a causa della minore disponibilità di ombrelloni.

Incrementi tariffari

L’incremento tariffario medio è del 5% per l’abbonamento mensile, del 15% per il settimanale e del 12% per il giornaliero. Per quanto riguarda la tariffa giornaliera, il maggiore incremento viene riscontrato a Finale Ligure dove i bagnanti pagheranno il 35% in più.

Sempre a Finale Ligure, tuttavia, si registra l’unico caso di riduzione della tariffa per l’abbonamento mensile (-13%). Strategia probabilmente volta a favorire la clientela più fidelizzata che passa l’intero mese in loco.

Facendo la media della variazione annuale dei costi di ogni località balneare, troviamo al primo posto la Penisola Sorrentina con un aumento medio del 32%, seguita da Finale Ligure con un +16%, Anzio che registra un incremento del 14%, Castiglione della Pescaia con un +9%, Cervia (+8%), Porto Recanati (+7%) e, infine, Litorale Palermitano che ha aumentato i prezzi solo dell’1%.

A questo link potete consultare la nota stampa di AltroConsumo sull’argomento, con tutti i dati in dettaglio.

 

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments