fbpx

TFR in busta paga: quanto aumenta o diminuisce per effetto della tassazione meno conveniente?

lentepubblica.it • 6 Marzo 2015

Quanto aumenta la busta paga mensile con il TFR anticipato e quanto si perde nel lungo periodo per effetto della tassazione ordinaria meno conveniente: calcoli Cgia Mestre.

Un operaio con stipendio di 1200 euro netti che sceglie di farsi versare il TFR anticipato prenderà in busta paga 71 euro al mese, mentre un impiegato che guadagna 1600 euro prenderà 112 euro in più ed un quadro o dirigente che prende 3mila euro avrà 214 euro aggiuntivi: sono i calcoli della CGIA di Mestre sulla liquidazione maturanda del Trattamento di Fine Rapporto, opzione riconosciuta dal primo marzo 2015 ai dipendenti del privato con anzianità aziendale di almeno sei mesi, in base alla Legge di Stabilità.

Il dipendente può effettuare la scelta del TFR anticipato entro settembre 2015: otterrà versamenti mensili fino al giugno 2018 sulla quota maturanda di liquidazione. La scelta può essere fatta una sola volta ed è irreversibile fino a tale data. La variabile fondamentale? Il TFR anticipato è sottoposto a tassazione ordinaria e non alla più favorevole tassazione separata prevista per la liquidazione accantonata.

Vediamo in tabella, in base ai calcoli della CGIA di Mestre, quando prendono in più ogni mese diverse tipologie di lavoratori e quanto perdono, sul lungo periodo, a causa della differenza di tassazione.

 

Busta paga e TFR Operaio Impiegato Quadro/Dirigente
Stipendio mensile netto 1200 euro 1600 euro 3000 euro
TFR anticipato 71 euro 112 euro 214 euro
Busta paga + TFR anticipato 1271 euro 1712 euro 3214 euro
TFR lordo 106 euro 166 euro 369 euro
TFR netto accantonato 93 euro 134 euro 253 euro
Differenza TFR anticipato
e accantonato
-22 euro -22 euro -39 euro

Per fornire una base di calcolo utile per tutti, ricordiamo che la tassazione separataper il TFR accantonato parte dal 23% e sale con la retribuzione superando il 34% per redditi da 94mila euro. La tassazione ordinaria parte sempre dal 23%, aliquota per chi guadagna fino a 15mila euro, salendo al 27% fra i 20mila e i 25mila euro, al 38% fino a 50mila euro, al 41% fino a 75mila e infine al 43% sopra questa cifra.

Proponiamo nella seguente tabella altri calcoli, effettuati dai Consulenti del Lavoro:

 

Retribuzione annua TFR anticipato mensile TFR anticipato annuo TFR accantonato annuo Differenza annua Differenza al giugno 2018
15mila euro 66 euro 798 euro 798 euro
20mila euro 85 euro 1008 euro 1058 euro -50 euro -167 euro
25mila euro 105 euro 1261 euro 1311 euro -50 euro -167 euro
35mila euro 125 euro 1499 euro 1806 euro -307 euro -1022 euro
50mila euro 178 euro 2141 euro 2448 euro -307 euro -1022 euro
75mila euro 255 euro 3057 euro 3501 euro -444 euro -1481 euro
95mila euro 312 euro 3740 euro 4310 euro -570 euro -1897 euro

 

 

 

 

FONTE: PMI (www.pmi.it)

AUTORE: Barbara Weisz

 

 

 

busta-paga

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami