fbpx

Tributi Speciali: le regole per inserimento codici in F24

lentepubblica.it • 4 Agosto 2016

impugnazione contributo unificato_371Arriva, con la risoluzione n. 67/E del 3 agosto 2016, il codice tributo da utilizzare per il versamento dei tributi speciali di cui ai titoli I e II della tabella A allegata al Dl 533/1954 (“tributi speciali per servizi resi dal Ministero delle finanze”) tramite il modello unificato F24 a partire dal prossimo 1° settembre.

 

Si tratta, dopo il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 19 luglio scorso, dell’ultimo tassello per rendere pienamente operativo quanto disposto dal decreto Mef dell’8 novembre 2011.

 

Il codice tributo “1538” denominato “Tributi speciali di cui ai titoli I e II della tabella A allegata al decreto-legge 31 luglio 1954, n. 533, convertito con modificazioni, nella legge 26 settembre 1954, n. 869 e successive modificazioni ed integrazioni” deve essere riportato nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”.

 

Nel campo “anno di riferimento” va indicato l’anno in cui è presentata la richiesta (di certificazione, di attestazione, di copia conforme, eccetera) a cui il versamento è riferito.

Fonte: Fisco Oggi, Rivista Telematica dell'Agenzia delle Entrate
avatar
  Subscribe  
Notificami