fbpx

Versamenti sul conto corrente: sempre riconducibili a ricavi?

lentepubblica.it • 11 Ottobre 2017

ricaviVersamenti sul conto corrente: sono sempre riconducibili a ricavi? Nella determinazione del reddito d’impresa, spetta al contribuente dimostrare che le somme movimentate non attengono ad alcuna fonte di ricchezza tassabile.


SINTESI: in tema di accertamenti bancari, a fronte della presunzione legale per cui ogni versamento su conto corrente bancario è riconducibile a ricavi (articolo 32 del Dpr 600/1973), è onere del contribuente fornire una prova contraria, specifica, analitica, e in quanto tale idonea a dimostrare che gli elementi desumibili dalla movimentazione bancaria non sono riferibili a operazioni imponibili, o che comunque essi sono stati già registrati in contabilità, non essendo a tal fine sufficiente la mera indicazione, non adeguatamente supportata, della provenienza delle somme versate.

 

Ordinanza n. 22440 del 26 settembre 2017 (udienza 17 maggio 2017)

 

Cassazione Civile, sezione VI – 5 – Pres. Cirillo Ettore – Est. Vella Paola

 

Accertamenti bancari – Articolo 32 del Dpr 600/1973 – Opera la presunzione legale in base alla quale ogni versamento su conto corrente bancario è riconducibile a ricavi – E’ onere del contribuente fornire una rigorosa prova contraria

 

 

Fonte: Fisco Oggi, Rivista Telematica dell'Agenzia delle Entrate
avatar
  Subscribe  
Notificami