fbpx

Bando Nazionale: ricambio generazionale in Agricoltura

lentepubblica.it • 5 Maggio 2015

impresa agricolaFinalità:

 

Tale bando ha come scopo quello di favorire la nuova imprenditorialità ed il ricambio generazionale in agricoltura.

 

Beneficiari:

 

Potranno inoltrare richiesta tutti i giovani imprenditori agricoli, anche organizzati in forma societaria, che intendono subentrare nella conduzione di un’azienda e che presentino un progetto per lo sviluppo o il consolidamento dell’azienda oggetto del subentro attraverso iniziative nei settori della produzione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli.

 

I progetti dovranno perseguire almeno uno dei seguenti obiettivi:

 

-Miglioramento dell’ambiente naturale, delle condizioni di igiene o del benessere degli animali, purchè l’investimento vada oltre le vigenti Norme Ue;

 

-Miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali dell’azienda agricola, in particolare mediante una riduzione dei costi di produzione o il miglioramento e la riconversione della produzione;

 

-Adempimento degli impegni agro-climatico-ambientali;

 

-Realizzazione e miglioramento delle infrastrutture connesse allo sviluppo, all’adeguamento ed alla modernizzazione dell’agricoltura, compresi l’accesso ai terreni agricoli, la ricomposizione ed il riassetto fondiari,l’approvvigionamento ed il risparmio energetico ed idrico;

 

-Ripristino del potenziale produttivo danneggiato da calamità naturali, avversità atmosferiche assimilabili a calamità naturale, epizoozie e organismi nocivi e vegetali, nonché prevenzione dei danni ad essi arrecati.

 

Saranno ammissibili alle agevolazioni le seguenti spese:

 

-Opere agronomiche e di miglioramento fondiario;

 

-Studio di fattibilità comprensivo dell’analisi di mercato;

 

-Servizi di progettazione;

 

-Oneri per il rilascio della concessione edilizia;

 

-Allacciamenti, impianti, macchinari ed attrezzature;

 

-Opere edilizie da acquistare o da eseguire;

 

-Beni pluriennali.

 

Agevolazioni:

 

L’investimento complessivo non potrà superare 1.032,000 Euro,IVA esclusa. Le agevolazioni concedibili per la realizzazione dei progetti d’impresa consisteranno in contributi a fondo perduto e mutui a tasso agevolato a copertura delle spese sostenute per:

 

-Prestazioni di assistenza tecnica;

 

-Investimenti nelle aziende agricole di produzione primaria e nelle aziende che operano nel settore della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli;

 

-Attività di diversificazione del reddito agricolo nel rispetto delle condizioni indicate nel Reg.Ue 1407/2013 e con un massimale non superiore a 200.000 Euro/beneficiario per un periodo di tre esercizi finanziari.

 

Potrà inoltre essere concesso un contributo a fondo perduto quale premio di primo insediamento nel limite massimo di 25.000 Euro secondo le modalità indicate nel Regolamento.

 

Finanziamento:

 

L’ammontare della quota di contributo soggetta a rimborso – mutuo agevolato – non potrà essere inferiore al 50% del totale delle agevolazioni concesse – investimenti, prestazioni di assistenza tecnica e premio primo insediamento.

 

Link:

 

http://www.ismea.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/9405

Fonte: Eurokom - Europe Direct, Rete di Informazione
avatar
  Subscribe  
Notificami