fbpx

Avviso per la selezione del nuovo direttore dell’Agenzia per l’Italia Digitale

lentepubblica.it • 31 Marzo 2015

agenda digitale, basi datiAlessandra Poggiani ha formalizzato oggi alla Ministra Marianna Madia le proprie dimissioni. La Ministra l’ha ringraziata per il lavoro svolto, anche in virtù del quale è possibile proseguire speditamente verso il conseguimento degli importanti obiettivi di digitalizzazione che il Governo si è dato.

 

Il Dipartimento della funzione pubblica avvia oggi stesso la selezione per il nuovo Direttore Generale dell’Agenzia. Alessandra Poggiani assicurerà lo svolgimento delle attività sino alla nomina del nuovo direttore.

 

AVVISO PUBBLICO

 

per la selezione del Direttore generale dell’Agenzia per l’Italia Digitale

 

In attuazione delle disposizioni di cui all’articolo 21, comma 2, del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134 e dell’articolo 5, comma 2, dello Statuto, approvato con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 8 gennaio 2014, è indetta una selezione ad evidenza pubblica per la nomina del Direttore generale dell’Agenzia per l’Italia digitale istituita dall’articolo 19 del citato decreto-legge n. 83, del 2012.

 

Il Direttore generale dell’Agenzia svolge le funzioni di cui all’articolo 6 dello Statuto, in vista del perseguimento dei fini istituzionali di cui all’articolo 2 dello stesso Statuto, quali:

 

 

  • il massimo livello di utilizzo delle tecnologie digitali nell’organizzazione della pubblica amministrazione e nel rapporto tra questa, i cittadini e le imprese, nel rispetto dei principi di legalità, imparzialità e trasparenza e secondo criteri di efficienza, economicità ed efficacia;
  • il coordinamento informatico dell’amministrazione statale, regionale e locale, anche in attuazione dell’articolo 117, comma 2, lettera r), della Costituzione, con la finalità di progettare e monitorare l’evoluzione strategica del Sistema Informativo della pubblica amministrazione favorendo l’adozione di infrastrutture e standard che riducano i costi sostenuti dalle singole amministrazioni e migliorino i servizi erogati;
  • la realizzazione degli obiettivi dell’Agenda digitale italiana, in coerenza con gli indirizzi elaborati dalla Cabina di regia di cui all’articolo 47 del decreto legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 aprile 2012, n. 35, e successive modificazioni, e con le disposizioni del decreto istitutivo.
  • l’ottimizzazione della spesa in materia informatica delle pubbliche amministrazioni, attraverso il monitoraggio della relativa spesa corrente e il supporto alle amministrazioni pubbliche nazionali e locali nel raggiungimento di obiettivi di standardizzazione e revisione dei processi interni e di ottimizzazione della spesa informatica complessiva;
  • la collaborazione con le istituzioni dell’Unione Europea, lo svolgimento dei compiti necessari per l’adempimento degli obblighi internazionali assunti dallo Stato nelle materie di competenza e la promozione dell’innovazione digitale nel Paese.

 

 

Ferma restando la discrezionalità dell’autorità competente nella scelta del candidato più idoneo allo svolgimento dell’incarico, il presente avviso è finalizzato a garantire la piena applicazione del principio di  trasparenza  e, in  conformità   all’articolo  97  della  Costituzione,  ad assicurare l’elevata e qualificata professionalità del soggetto cui verrà conferito l’incarico, individuato nell’ambito delle candidature presentate.

 

A norma del suddetto articolo 21, comma 2, del decreto-legge n. 83 del 2012, il Direttore generale dell’Agenzia, nel rispetto dei criteri di conferimento degli incarichi dirigenziali di cui all’articolo 19, comma 1, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, sarà individuato tra i candidati  che presentino una particolare e comprovata qualificazione professionale in materia di innovazione tecnologica e in possesso di una documentata esperienza di elevato livello nella gestione di processi di innovazione.

 

Coloro che intendono candidarsi possono presentare la propria istanza di conferimento del suddetto incarico entro le ore 13 del 13 aprile 2015 al seguente indirizzo e-mail: candidature@governo.it. Le suddette istanze, oltre a contenere i dati anagrafici, titoli di studio e curriculum vitae predisposto secondo il modello europeo, completo di clausola di autorizzazione al trattamento dei dati in esso contenuti, dovranno riportare una sintetica descrizione delle linee programmatiche sull’espletamento dell’incarico per il quale si manifesta interesse e ad esse deve essere allegata copia di un valido documento d’identità.

 

L’elenco di coloro che avranno presentato la propria candidatura e che avranno autorizzato la pubblicazione del proprio nome, sarà consultabile sul sito del Dipartimento della Funzione Pubblica.

 

Fonte: Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione
avatar
  Subscribe  
Notificami