Bando DISEGNI+3 : agevolazioni alle imprese per valorizzazione disegni e modelli

lentepubblica.it • 26 Gennaio 2016

bando disegni+3Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per la valorizzazione dei disegni e modelli. Il Bando DISEGNI+3 mira a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle PMI attraverso la valorizzazione e lo sfruttamento economico dei disegni/modelli sui mercati nazionale e internazionale.

 

Le risorse disponibili ammontano complessivamente a euro 4.700.000,00 e le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo in conto capitale in misura massima pari all’80% delle spese ammissibili.

 

Le agevolazioni sono finalizzate all’acquisto di servizi specialistici esterni per favorire:

 

 

 

 

  1. La messa in produzione di nuovi prodotti correlati ad un disegno/modello registrato (Fase 1 Produzione).

 

 

Sono ammissibili le spese sostenute per:

 

  • ricerca sull’utilizzo dei nuovi materiali;

 

  • realizzazione di prototipi e stampi;

 

  • consulenza tecnica relativa alla catena produttiva;

 

  • consulenza legale relativa alla catena produttiva;

 

  • consulenza specializzata nell’approccio al mercato (strategia, marketing, vendita, comunicazione).

 

L’importo massimo dell’agevolazione, per la Fase 1, è pari a euro 65.000,00.

 

 

 

 

  1. La commercializzazione di un disegno/modello registrato (Fase 2 – Commercializzazione).

 

 

Sono ammissibili le spese sostenute per:

 

  • consulenza specializzata nella valutazione tecnico-economica del disegno/modello e per l’analisi di mercato, ai fini della cessione o della licenza del titolo di proprietà industriale;

 

  • consulenza legale per la stesura di accordi di cessione della titolarità o della licenza del titolo di proprietà industriale;

 

  • consulenza legale per la stesura di eventuali accordi di segretezza.

 

L’importo massimo dell’agevolazione, per la Fase 2, è di euro 15.000,00.

 

Per accedere alle agevolazioni è possibile prevedere, per lo stesso disegno/modello registrato, una sola Fase o entrambe.

 

Le imprese interessate possono presentare più richieste di agevolazione aventi ad oggetto – ognuna di esse – un diverso disegno/modello registrato (singolo o multiplo) fino al raggiungimento dell’importo massimo, per impresa, di euro 120.000,00.

 

Le imprese a cui è stata già concessa un’agevolazione a valere sul “Bando per la concessione di agevolazioni per il design a favore di micro e PMI – misura b): incentivi  per lo sfruttamento economico dei modelli/disegni industriali –Disegni+ (Avvisi G.U.R.I. n. 179 del 3 agosto 2011 e G.U.R.I. n.129 del 4 giugno 2013) o sul “Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per la valorizzazione dei disegni e modelli – Disegni+2” (Avviso G.U.R.I n. 183 del 8 agosto 2014) possono presentare domanda di agevolazione ai sensi del presente Bando purché avente ad oggetto un diverso disegno/modello registrato.

 

 

 

Procedura per accedere alle agevolazioni:

 

1. Verificare attentamente il possesso dei requisiti richiesti alla data di presentazione della domanda di agevolazione (vedi punto 4 del Bando).

 

2. Individuare la/le Fase/i per cui si richiede l’agevolazione e verificare i presupposti affinché si possa accedere alla/e Fasi individuata/e (punto 7 del Bando).

 

3. Compilare il form on line. La compilazione del form è obbligatoria e consente l’attribuzione del numero di protocollo da riportare necessariamente nella domanda. Il form sarà attivo a partire dalle ore 9:00 del 2 marzo 2016 (90° giorno successivo alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del comunicato relativo al Bando) e sino all’esaurimento delle risorse disponibili.

 

4. Predisporre la domanda di agevolazione secondo le indicazioni richieste e corredarla dei documenti necessari (vedi punto 9 del Bando).

 

5. Inviare la domanda di agevolazione entro 5 giorni dalla data di assegnazione del numero di tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) al seguente indirizzo: disegnipiu3@legalmail.it.

 

Per la validità della data di invio fa fede la data di ricezione della PEC all’indirizzo sopra indicato.
La domanda e i relativi allegati devono essere inviati in formato PDF unicamente dall’indirizzo PEC dell’impresa richiedente o dall’indirizzo PEC di un suo procuratore speciale. In tale ultimo caso occorre allegare la relativa procura speciale, in formato PDF, come da modello Allegato 4. Nell’oggetto della PEC si deve riportare la seguente dicitura: “Nome dell’impresa richiedente l’agevolazione ed il numero di protocollo online”.

 

6. Saranno riconosciute ammissibili le spese per l’acquisizione dei servizi specialistici esterni sostenute successivamente alla data di registrazione del disegno/modello e in ogni caso non antecedenti alla data di pubblicazione nella G.U. del comunicato relativo al presente Bando.

 

7. Le risorse saranno assegnate con procedura valutativa a sportello, ai sensi dell’art. 5 comma 3 del D.Lgs 123/98, secondo l’ordine cronologico di assegnazione del protocollo al momento della compilazione del form on line e sino a esaurimento delle risorse stesse. L’istruttoria delle domande si conclude entro 90 giorni dalla data di assegnazione del protocollo attribuito mediante compilazione del form on line.

 

E’ possibile usufruire di un servizio di assistenza telefonica al numero 06-77713810 nei seguenti orari dal lunedì al venerdì:

 

  • dalle 9.30 alle 10.30

 

  • dalle 14.30 alle 15.30

 

 

A disposizione delle imprese è attivo anche un servizio di informazione gestito attraverso la casella info@disegnipiu3.it a cui è possibile inviare quesiti. Si richiede di indicare nella mail un referente e un recapito telefonico.

 

L’ufficio estero di Confartigianato Vicenza è a disposizione delle proprie imprese socie per maggiori informazioni e per un servizio di supporto per la predisposizione delle domande di finanziamento.

Fonte: Informa Impresa - Confartigianato Vicenza
avatar
  Subscribe  
Notificami