fbpx

Borsa di ricerca Di Battista: bando per giovani laureati

lentepubblica.it • 19 Novembre 2015

bandoPubblicato sul sito del dipartimento Finanze il bando destinato ai giovani laureati italiani che vogliono svolgere un anno di attività di analisi fiscale all’Ocse di Parigi.

 

Rinnovata anche quest’anno la borsa di ricerca titolata alla memoria dell’economista Alessandro Di Battista, distaccato dal Mef presso gli uffici dell’Organismo per la cooperazione e lo sviluppo economico e scomparso, in giovane età, nel 2001.

 

La domanda va inviata entro il 6 dicembre ed è riservata a chi è orientato verso tematiche economiche e statistiche di politica fiscale.

 

Gli obiettivi

 

Lo scopo dell’iniziativa è consentire a un giovane italiano di andare, distaccato temporaneamente dal suo datore di lavoro, per dodici mesi all’Ocse a Parigi, per condurre analisi di politica fiscale presso il Ctpa (Centro per le politiche e l’amministrazione fiscale), l’ufficio che, all’interno dell’Organismo, lavora sui temi tributari nazionali e internazionali.

 

Il borsista lavorerà nell’ambito del programma di lavoro della Tax policy and statistics division (Tps), in una o più aree di analisi economica, in base alle competenze personali. I temi di cui si occupa il programma sono: la riforma della politica fiscale, l’utilizzo di spese fiscali e altre preferenze, la tassazione e l’ambiente, l’imposizione comparativa delle diverse forme di redditi da capitale. La Tpsdivision, inoltre, sta lavorando per perfezionare dati e statistiche sull’erosione della base imponibile e lo spostamento del profitto (Beps – Base erosion and profit shifting).

 

I requisiti

 

Per partecipare al bando, tra i requisiti più importanti, costituiscono titolo preferenziale:

 

  • laurea magistrale o iscrizione a un dottorato di ricerca in economia con incluse, preferibilmente, discipline fiscali e/o politiche fiscali
  • due o tre anni di esperienza lavorativa nel settore

 

  • esperienza in tema di tassazione delle attività economiche

 

Nell’ambito delle competenze sono richieste: capacità di ragionamento, ricerca e analisi; attitudine a redigere relazioni chiare, concise e comprensibili; abilità a lavorare in team multiculturali; competenza con le applicazioni software standard (World, Excel, Power point) e statistici; padronanza scritta e parlata di inglese o francese.

 

La domanda

 

Gli interessati dovranno presentare la domanda tramite posta elettronica entro il 6 dicembre, in una delle due lingue ufficiali dell’Ocse (preferibilmente, in inglese), producendo:

 

  • un curriculum vitae dettagliato e completo

 

  • una lettera di accompagnamento con le proprie motivazioni e le aree di interesse e competenza.

 

  • una dichiarazione di conferma che il proprio datore di lavoro intende continuare a corrispondere la retribuzione di base (la borsa di ricerca prevede un’integrazione mensile di 3.000 euro come riconoscimento delle spese supplementari).

 

Fonte: Fisco Oggi, Rivista Telematica dell'Agenzia delle Entrate - articolo di Rodolfo Rinaldi
avatar
  Subscribe  
Notificami