fbpx

Bando COPOLAD: cooperazione UE nelle politiche sulla lotta alla droga

lentepubblica.it • 8 Maggio 2015

buste_cocainaTitolo

 

COPOLAD II: Cooperation Programme between Latin America, the Caribbean and the European Union on Drugs Policies

 

Oggetto

 

COPOLAD II- Bando per l’attuazione della seconda fase del programma COPOLAD, per la cooperazione UE-America latina nella lotta contro la droga, attraverso il quale la Commissione europea intende sviluppare un approccio comune ai temi collegati alla droga basato sul dialogo e la cooperazione internazionale e finalizzato alla riduzione dei consumi di droga nei Paesi beneficiari, in linea con la strategia 2013-2020 dell’UE in materia di droga e con il relativo piano d’azione

 

Paesi beneficiari del bando, complessivamente riuniti nell’acronimo LAC, sono quelli dell’America latina (Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Cuba, El Salvador, Ecuador, Guatemala, Honduras, Messico, Nicaragua, Panama, Paraguay, Perù, Uruguay, Venezuela) e dei Caraibi (Antigua e Barbuda, Bahamas, Barbados, Belize, Dominica, Repubblica Dominicana, Grenada, Guyana, Haiti, Giamaica, Saint Kitts e Nevis, Santa Lucia, Saint Vincent e le Grenadine, Suriname, Trinidad e Tobago).

 

Fonte

 

Commissione europea – Sito Web Europa EuropeAid/150033/DH/ACT/Multi del 13/04/2015

 

Ente Erogatore

 

Commissione europea

 

Obiettivo

 

Obiettivo globale: contribuire a migliorare la coerenza, l’equilibrio e l’impatto delle politiche contro la droga nei paesi LAC e rafforzare il dialogo biregionale e l’efficacia degli sforzi comuni per affrontare il problema mondiale della droga.

 

Obiettivi specifici:

 

– agevolare l’avvicinamento e la cooperazione delle agenzie nazionali incaricate di politiche globali sulle droghe nei paesi LAC e UE, così da rafforzare le capacità e incoraggiare le diverse fasi del processo di elaborazione delle politiche sulle droghe nei paesi LAC.

 

– agevolare lo scambio e la cooperazione tra le agenzie e gli attori nazionali responsabili delle politiche settoriali sulle droghe nei paesi LAC e UE, così da contribuire a costruire le capacità delle autorità competenti nei paesi LAC.

 

Azioni

 

Il bando finanzierà un solo progetto, che dovrà presentare un orientamento globale e integrato che combini riduzione della domanda e dell’offerta di droga.

 

Una proposta progettuale deve comprendere (tutte) le seguenti componenti:

 

  1. Consolidamento degli osservatòri nazionali

 

  1. Capacity-building per la riduzione della domanda

 

  1. Capacity-building per la riduzione dell’offerta

 

  1. Sostegno alle politiche dialogo e consolidamento del Meccanismo

 

Per le diverse componenti le Guidelines for grant applicant illustrano alcune attività che dovrebbero indicativamente essere comprese nella proposta progettuale

 

Beneficiari

 

Possono essere proponenti di una proposta progettuale le Agenzia nazionali di coordinamento antidroga o le agenzie per la cooperazione allo sviluppo con esperienza rilevante in tema di droga con nazionalità UE o LAC. Oltre a questi soggetti, possono essere partner di progetto anche le Agenzia e gli enti nazionali responsabili per le politiche in materia di droga e gli Osservatòri nazionali antidroga UE o LAC.

 

Entità Contributo

 

Il contributo comunitario copre l’intero costo del progetto, per un massimo 10.000.000 euro.

 

Modalità e procedura

 

Una proposta progettuale deve prevedere un partenariato di almeno 4 soggetti: il proponente (applicant)  e  (almeno) un partner (co-applicant)  di uno Stato UE e due partner di due diversi Stati LAC.
Il numero massimo di partner per un progetto è 10.

 

La durata prevista del progetto deve esser compresa fra 36 e 48 mesi.

 

Le attività di progetto possono svolgersi sul territorio dell’UE o degli Stati LAC destinatari del bando.
Il bando segue la procedura di presentazione aperta, che implica la presentazione in un’unica soluzione del concept note e della proposta completa di progetto. La Commissione procederà prima alla valutazione concept note e solo per quelli che passeranno questa prima fase sarà valutata anche la proposta completa di progetto.

 

Per presentare una proposta progettuale sia il proponente sia i partner devono essere registrati nel sistema PADOR.

 

L’invio delle proposte progettuali alla Commissione deve essere fatta attraverso il sistema PROSPECT, in formato elettronico (accessibile direttamente attraverso la pagina web del bando).

 

Scadenza

 

31/07/2015

 

Referente

 

Commissione europea – Sviluppo e Cooperazione EuropeAid

 

Risorse finanziarie disponibili

 

10.000.000 euro

 

Il bando finanzierà 1 solo progetto

Fonte: Europa Facile - Agenda Bandi
avatar
  Subscribe  
Notificami