Fondi Avvio Impresa, intesa tra ANPAL ed Ente Nazionale del Microcredito

lentepubblica.it • 8 Maggio 2018

fondi-avvio-impresaFondi avvio Impresa, firmato tra ANPAL e l’Ente Nazionale del Microcredito il protocollo volto a finanziare l’avvio di impresa​ attraverso la formazione e l’accompagnamento all’autoimprenditorialità dei giovani NEET su tutto il territorio nazionale.


Firmato il protocollo tra ANPAL e Ente Nazionale del Microcredito per l’avvio di YES I start up, finalizzato alla formazione e all’accompagnamento all’autoimprenditorialità dei giovani NEET su tutto il territorio nazionale attraverso un percorso formativo mirato e personalizzato per la definizione di un’idea di impresa. L’obiettivo è agevolare i giovani consentendo loro un più rapido accesso alla presentazione della domanda di finanziamento al fondo SELFIEmployment o misure analoghe.

 

Per assicurare qualità ed efficienza all’intervento, l’Ente Nazionale del Microcredito si avvarrà di una rete di soggetti pubblici e/o privati, esperti nella formazione, individuati per ciascuna regione, che possano offrire percorsi personalizzati e mirati a vantaggio dei giovani.

 

I soggetti pubblici o privati interessati e disponibili a collaborare all’attuazione di tali percorsi possono rispondere all’Avviso pubblicato nella sezione bandi del sito di ENM. Le domande potranno essere presentate a partire da lunedì 23 aprile p.v.

 

Il progetto è a valere sul PON Iniziativa Occupazione Giovani.

 

Il PON “Iniziativa Occupazione Giovani” a titolarità del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali adottato con Decisione della Commissione C(2014)4969 dell’11 luglio 2014 intende affrontare in maniera organica e unitaria una delle emergenze nazionali più rilevanti: l’inattività e la disoccupazione giovanile.

 

In particolare, in data 11 luglio, La Commissione Europea ha  adottato alcuni elementi del  programma operativo nazionale per l’implementazione dell’iniziativa a favore dell’occupazione giovanile  in Italia, nel contesto dell’iniziativa a favore dell’occupazione giovanile, con una dotazione di 6 miliardi di euro di cui possono beneficiare 20 Stati. Nell’ambito di questo programma l’Italia mobiliterà 1,5 miliardi di euro da diverse fonti, tra cui 1,1 miliardi di euro a valere sul bilancio europeo (iniziativa a favore dell’occupazione giovanile e Fondo sociale europeo) per aiutare i giovani a trovare lavoro.

 

L’Italia è il secondo maggior destinatario di finanziamenti a titolo dell’iniziativa a favore dell’occupazione giovanile (più di 530 milioni di euro) che verranno utilizzati in quasi tutte le regioni italiane sotto il coordinamento del Ministero del Lavoro.

 

Fonte: ANPAL - Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro
avatar
  Subscribe  
Notificami