fbpx

Premio Sicurezza Urbana: ecco tutte le Amministrazioni premiate

lentepubblica.it • 1 Novembre 2015

sicurezza_urbanaQuest’anno il Premio Anci Sicurezza urbana, patrocinato dal Ministero dell’Interno e rivolto ai Corpi di Polizia Municipale che si sono distinti in attività di servizio è giunto alla sua X edizione.

 

La cerimonia di consegna è avvenuta, come negli anni precedenti, in un appuntamento dedicato nell’ambito della XXXII Assemblea Annuale dell’ANCI. L’importante riconoscimento è stato consegnato oggi a Torino Lingotto Fiere, in occasione della Presentazione del Rapporto Nazionale sull’attività della Polizia Locale, alla presenza, tra gli altri, del Vice Ministro dell’Interno Filippo Bubbico, del Presidente ANCI Piero Fassino, del Delegato ANCI Sicurezza e Legalità ANCI Luigi de Magistris.

 

I Corpi della Polizia Municipale dei Comuni di Brescia, Livorno, Olbia, Torino e Trento hanno ricevuto il Premio Anci Sicurezza Urbana 2015 per la sezione “miglior progetto”. In particolare, il Comandante della Polizia Municipale Roberto Novelli ha ritirato il premio di Brescia, che si è distinta per il progetto “Sicurezza Urbana e partecipata” che ha previsto la promozione di attività lavorative in favore della comunità locale da parte di persone in esecuzione penale esterna; per il progetto “Una nuova prossimità: la prossimità lenta” di Livorno, che ha individuato e realizzato una presenza innovativa sul territorio e vicina ai cittadini, erano presenti il Sindaco Filippo Nogarin, la Vice Comandante Rossella Del Forno e una rappresentanza di agenti.

 

Per il progetto “Campagna straordinaria di educazione stradale e di sicurezza stradale” presentato dal Comune di Olbia, e realizzato con il coinvolgimento degli studenti delle scuole inseriti in un programma formativo di lezioni teoriche e sessioni pratiche, hanno ritirato il Premio Manuela Lullia e Maria Victoria Budroni. Il Comandante Alberto Gregnanini insieme al personale del nucleo di prossimità ha ritirato il premio di Torino, per il progetto del Nucleo di Prossimità, specializzato nella gestione dei casi di convivenza civile gestiti in modalità professionale innovativa e vicina ai cittadini. Per il progetto “Defibrillazione precoce” che ha inteso diffondere l’uso dei defibrillatori automatici al personale non sanitario conseguendo determinanti operazioni di soccorso nei confronti di cittadini infartuati, hanno ritirato il premio il Commissario Capo Pierangelo Vescovi insieme ad alcuni agenti della Polizia Municipale di Trento Monte Bondone.

 

Per la sezione “migliore operazione” il Premio è stato assegnato agli agenti scelti Raffaele Boeri, presente alla premiazione, e Fabrizio Toppi, della Polizia Municipale di Ancona che, per doti di destrezza e capacità professionale nel mettere a frutto le conoscenze acquisite nel corso di primo soccorso, hanno contribuito, praticando la manovra di Heimlish, a salvare la vita ad una neonata che stava soffocando. Per Milano hanno ritirato il premio l’Assessore Marco Granelli con il Comandante Tullio Mastrangelo e il personale dell’Unità Reati predatori del Corpo di Polizia Locale per capacità professionale, motivazione e qualità dimostrati nell’aver assicurato alla giustizia la c.d. “Banda delle mamme borseggiatrici bosniache” che sfruttava lo stato di gravidanza e la presenza di infanti per evitare il carcere. Consegnato il premio anche a Palermo, per dedizione al servizio, delicatezza e risoluzione con le quali gli agenti della Polizia Locale in occasione di due tentativi di suicidio e grazie alla prontezza dimostrata hanno salvato la vita ad una donna e ad un ragazzo: a ritirare il Premio, insieme al Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l’Ispettore Capo Arturo La Monica e il Commissario Salvatore Biddeci, due dei quattro agenti che hanno compiuto le operazione vincitrici.

 

Sono state inoltre consegnate due menzioni speciali a quei Corpi di Polizia Municipale che si sono particolarmente distinti in attività realizzate. La prima alla memoria del Capitano Francesco Bruner e del Luogotenente Vincenzo Cinque della Polizia Municipale di Napoli per il mirabile esempio di senso di dovere, coraggio e valore, hanno sacrificato la propria vita nel tentativo di salvare persone inermi dalla furia omicida dell’autore del grave fatto di sangue avvenuto il 15 maggio 2015 a Secondigliano. A ritirare la menzione speciale, Rosaria Giuliani e Claudio Franco Bruner, moglie e figlio del Capitano Bruner, e Concetta Cinicolo e Giovanni Cinque, moglie e figlio del Luogotenente Cinque. Presente inoltre il Comandante della Polizia Municipale di Napoli Ciro Esposito.

 

La seconda al Comandante della Polizia Locale di Milano Tullio Mastrangelo, in qualità di coordinatore, e al Vice Comandante Antonio Barbato, i Commissari Capo della Centrale Operativa Maurizio Penatti e Roberto Fazzini, Commissario Pietro Garbagnati, Commissario Adelmo Pacini, Assistente Angelo Rizzardi, Assistente Guido Moroni, Funzionario di Protezione Civile Cristiano Cozzi, per l’ideazione, il monitoraggio ed il coordinamento del Progetto Piano di accesso e di governo della mobilità ad EXPO 2015 nonché per la realizzazione e per la capacità organizzativa nei successivi piani di governo della viabilità, delle emergenze, di controllo del territorio e di intervento operativo che ha reso funzionale la sinergia tra i diversi soggetti del territorio in occasione di EXPO 2015.

Fonte: ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
avatar
  Subscribe  
Notificami