fbpx

Regione Puglia: incentivi regionali e Confidi a sostegno delle PMI

lentepubblica.it • 17 Marzo 2015

camere di commercio, regimeGli strumenti economici per favorire l’accesso al credito delle PMI leccesi: risorse per investimenti e Confidi.

 

Sono stati presentati a Lecce, nel corso di un convegno promosso da Confcommercio, tutti gli strumenti messi a disposizione delle imprese per agevolare l’accesso al credito. In particolare, si è parlato dei nuovi bandi previsti dalla programmazione dei fondi europei 2014-2020 e del supporto del sistema Confidi Confcommercio.

 

Confidi

«In questo contesto di difficoltà di relazione tra banche e sistema delle PMI, – ha ribadito Giuseppe Sebastio, Presidente di Confidi Confcommercio Puglia – il Confidi Confcommercio Puglia svolge la funzione di “facilitatore” nei confronti di tutti gli operatori del sistema, ossia imprese, banche, Regione, per quanto concerne la gestione degli incentivi regionali. Le banche spesso non hanno la possibilità di garantire adeguata assistenza alle imprese, per questo, il Confidi è in grado di affiancare e sostenere le imprese, fornendo – per il Fondo regionale di garanzia Asse VI – garanzie pari all’80%, su tutte le richieste presentate per suo tramite».

 

Incentivi regionali

Come ha spiegato l’Assessore regionale allo Sviluppo Economico, Loredana Capone, la Regione Puglia è stata la prima in Italia ad avviare concretamente gli interventi in materia di credito stabiliti dalle politiche comunitarie, attraverso il nuovo bando relativo al Titolo II e inerente gli aiuti agli investimenti:

 

«Le piccole e medie imprese rappresentato il tessuto produttivo della Puglia, il motore della nostra economia. Per questo abbiamo lavorato per offrire agli imprenditori possibilità concrete per far crescere la propria impresa, sfidare il momento di crisi investendo in innovazione tecnologica, strumenti, nuovi macchinari. Commercianti e artigiani potranno infatti accedere a diverse tipologie di finanziamenti, a fondo perduto o come mutuo, così da ampliare la propria attività commerciale, per esempio anche acquistando software o piattaforme commerciali».

Fonte: PMI (www.pmi.it) - articolo di Teresa Barone
avatar
  Subscribe  
Notificami