fbpx

ANPR: nuovi aggiornamenti alle specifiche d’accesso

lentepubblica.it • 3 Marzo 2017

anpr ministero dell internoLa documentazione tecnica necessaria ai Comuni per l’accesso ai servizi ANPR, che avviene tramite l’area riservata del sito dedicato o tramite il sistema gestionale del comune integrato con i servizi di ANPR, è stata aggiornata al 1° marzo 2017.


 

 

In particolare, risulta aggiornata al 1° marzo la seguente documentazione di riferimento:

 

– Tracciati XSD e WSDL, da utilizzare secondo quanto riportato nella tabella utilizzo dei servizi di ANPR;

 

– Elenco dei codici di errore restituiti da ANPR.

 

Inoltre, si evidenzia che sono aggiornate al 27 febbraio 2017 le Specifiche di interfaccia dei servizi di ANPR per le PA/ENTI – documentazione tecnica (allineati gli xsd per recepire una modifica formale sull’annidamento dell’oggetto cittadinanza).

 

Un aiuto concreto al personale è fornito in rete dalla società Datanet srl di Tremestieri Etneo. Un software specifico offre il supporto alla analisi e normalizzazione dei dati consentendo di ridurre, drasticamente e in modo semplificato attraverso delle utility, ad una percentuale di errore fisiologicamente accettabile, prima di trasmettere i dati all’ANPR. Compilando il form on line sul sito della società può essere richiesta una consulenza gratuita sul nuovo software sviluppato per supportare gli Enti nella transizione al nuovo regime: http://www.datanetsrl.eu/anpr_smart/

 

L’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR), è la banca dati nazionale nella quale confluiranno progressivamente le anagrafi comunali. È istituita presso il Ministero dell’Interno ai sensi dell’articolo 62 del Dlgs n. 82/2005 (Codice dell’Amministrazione Digitale). Il Decreto Ministeriale 194/2014 stabilisce i requisiti di sicurezza, le funzionalità per la gestione degli adempimenti di natura anagrafica, le modalità di integrazione con i diversi sistemi gestionali nonché i servizi da fornire alle Pubbliche Amministrazioni ed Enti che erogano pubblici servizi che, a tal fine, dovranno sottoscrivere accordi di servizio con lo stesso Ministero.

 

Tutte le modifiche sono riassunte nel documento .xls che si allega.

 

 

Fonte: Ministero dell'Interno
avatar
  Subscribe  
Notificami