Civis, l’assistenza digitale debutta su “Entrate in video”

lentepubblica.it • 23 Maggio 2014

Un funzionario spiega con semplicità come utilizzare uno dei principali canali di contatto tra Fisco e cittadini per fornire chiarimenti e risolvere segnalazioni di irregolarità

Hai bisogno di ricevere assistenza su comunicazioni di irregolarità e relative cartelle di pagamento? Devi inviare documenti richiesti a seguito di un controllo formale della dichiarazione e non sai come fare?
Tutto molto semplice grazie a Civis, che ti consente di comunicare con Amministrazione finanziaria in modo facile, sicuro e veloce, comodamente da casa, senza doverti recare in uno degli uffici territoriali. Per stabilire il contatto con l’Amministrazione basta registrarsi ai servizi online delle Entrate e accedere al canale telematico: le istruzioni, nel nuovo filmato pubblicato da oggi, per “Entrate in video”, sul canale You Tube dell’Agenzia delle Entrate.
Comunicazioni di irregolarità
Un tipico esempio è il caso di un calcolo sbagliato che porta a versare imposte inferiori a quanto dovuto.
Dopo essere stato informato dall’Agenzia dell’errore, il contribuente può riconoscere la propria “svista” e pagare quanto richiesto o può risolvere il problema tramite Civis.
Infatti, se ha bisogno di chiarire la propria situazione e di spiegare il motivo per cui il pagamento non è dovuto o è dovuto in misura differente, può inviare una richiesta di assistenza utilizzando il canale telematico. L’interessato, a questo punto, può consultare sempre Civis, per controllare a che punto è la pratica e sapere come è stata conclusa.Lo stesso accade se il contribuente ha ricevuto una cartella di pagamento che deriva dalla comunicazione di irregolarità. Tramite lo stesso canale è possibile ottenere, se ne ricorrono i presupposti, lo sgravio totale o parziale della cartella.
Controlli formali
Il secondo caso è quello dei controlli formali: il contribuente riceve dall’Agenzia delle Entrate la richiesta di presentare la documentazione per verificare la correttezza dei dati inseriti nella dichiarazione dei redditi come, per esempio, l’ammontare delle spese sostenute. Anche in questa ipotesi è possibile utilizzare Civis e rispondere alla richiesta compilando online un semplice modulo e allegando i documenti necessari.FONTE: Fisco Oggi, giornale on line dell’Agenzia delle entrate

AUTORE: Giuseppe Mauro

agenzia entrate you tube
Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami