fbpx

Il Cloud Computing per la PA è sempre più reale

lentepubblica.it • 11 Luglio 2015

MS-Azure_rgb_Blk_DGrazie alla Rivoluzione digitale, nuovi strumenti e soluzioni sempre più efficaci permettono di soddisfare crescenti esigenze di comunicazione. In particolare, per quanto riguarda le nuove modalità di erogazione di servizi attraverso l’uso sapiente delle risorse informatiche (archiviazione, elaborazione o trasmissione di dati), il cloud computing si sta diffondendo con grande rapidità perché incoraggia un utilizzo flessibile delle proprie risorse strumentali (infrastrutture e applicazioni) o di quelle messe a disposizione da un fornitore di servizi specializzato.

 

L’innovazione e il successo delle cloud (le nuvole informatiche) risiede nel fatto che, grazie alle innovative tecnologie che ne costituiscono la base, tali risorse sono facilmente configurabili, agilmente fruibili via rete e caratterizzate dalla disponibilità on demand. A tale proposito, le imprese private hanno da tempo dimostrato un forte interesse verso la semplificazione e l’utilizzazione delle migliori risorse dei dispositivi ottenendo una riduzione delle complessità operative, una migliore  redditività, un’espansione e continuità del business da parte dell’impresa e una maggiore garanzia degli standard di qualità sul livello dei servizi.

 

Il cloud computing aiuta infatti le aziende ad attingere ad una serie di servizi e risorse che permettono di lavorare in modo più intelligente e di sfruttare con modalità innovative un mondo sempre più digitale e interconnesso. Appare evidente che anche nell’ambito della Pubblica Amministrazione Locale risulti di primaria importanza mirare alla facilità nella gestione delle risorse. Di conseguenza, la fruizione di servizi pubblici efficaci e di qualità e il concreto utilizzo di questo modello così flessibile ed economico risulta essenziale nell’ambito delle strategie ICT dalla P.A.

 

Molte amministrazioni pubbliche avvertono sempre più il bisogno di adoperarsi per sviluppare sistemi gestionali con lo scopo fondamentale di incrementare l’autonomia organizzativa e finanziaria dell’ente, per una sua rilevante responsabilizzazione economica.

 

Per tali motivazioni, si mira ad una maggiore focalizzazione sulla capacità realizzativa dell’ente locale, il che inevitabilmente implica una forte attenzione a tutte le variabili controllabili, ad una maggiore responsabilizzazione economica e alla ricerca di modalità di gestione dei servizi più competitiva.

 

A tal proposito, risulta fondamentale sottolineare l’annuncio ufficiale di GOLEM SOFTWARE che attraverso l’adozione di Microsoft Azure come mezzo di erogazione del software in modalità SaaS con Microsoft che sta dimostrando una grande attenzione alla Pubblica Amministrazione Locale italiana.

 

La Microsoft, infatti, ha supportato GOLEM SOFTWARE per il lancio e lo sviluppo delle applicazioni in Cloud su piattaforma Microsoft Azure. La Golem Software, punto di riferimento nel settore It della Pubblica Amministrazione Locale poiché caratterizzata da un forte know-how nelle problematiche specifiche dei comuni italiani, ha messo a punto efficaci servizi tecnologici nell’ambito della razionalizzazione delle risorse necessarie per poter sfruttare capacità di elaborazione in modo dinamico nel tempo.

 

A tale riguardo, Microsoft rappresenta una garanzia fondamentale nella protezione e la privacy dei dati della Pubblica Amministrazione Locale poiché adotta il nuovo standard internazionale per la privacy nel cloud, ISO 27018. In conclusione, la collaborazione tra GOLEM SOFTWARE e MICROSOFT appare di prioritaria importanza per rispondere adeguatamente alle esigenze estremamente diversificate delle varie realtà che compongono il settore della Pubblica Amministrazione Locale: l’utilizzazione del servizio cloud computing da parte della PAL contribuirà indubbiamente ad una migliore fruizione dei servizi finalizzata ad una maggiore soddisfazione dei bisogni dei cittadini.

 

 

 

Fonte: articolo di Roberta La Rosa
avatar
  Subscribe  
Notificami