fbpx

Manca poco: scatta l’obbligo di utilizzo delle Gare Telematiche per la PA

lentepubblica.it • 3 Settembre 2018

obbligo-utilizzo-gare-telematiche-pa

Ormai manca davvero poco: solo poche settimane alla data in cui scatterà l’obbligo di utilizzo delle Gare Telematiche, ai sensi dell’art.40 del D. Lgs. 50/2016, per tutte le Stazioni Appaltanti e le PA.


Una nuova scadenza importante si avvicina per tutte le Pubbliche Amministrazioni e le Stazioni Appaltanti: il 18 Ottobre 2018 scatta infatti l’obbligo di utilizzo dei mezzi di comunicazione elettronici nello svolgimento di procedure di aggiudicazione.

 

 

Cosa cambia per le Pubbliche Amministrazioni Italiane?

 

L’art. 22 “Regole applicabili alle comunicazioni” della direttiva comunitaria 2014/24/EU sugli appalti pubblici, introduce l’obbligo di abbandono della modalità di comunicazione cartacea tra stazioni appaltanti e imprese in tutta la fase di gara.

 

La Direttiva, motivando l’introduzione dei mezzi elettronici di comunicazione come lo strumento in grado di accrescere l’efficacia e la trasparenza delle procedure di appalto, invita gli Stati membri a provvedere affinché tutte le comunicazioni e gli scambi di informazioni tra stazioni appaltanti e imprese siano eseguiti utilizzando mezzi di comunicazione elettronici, i quali garantiscono l’integrità dei dati e la riservatezza delle offerte e delle domande di partecipazione.

 

Come esplicitato dal comma 52 della stessa direttiva, i mezzi elettronici di informazione e comunicazione possono semplificare notevolmente la pubblicazione degli appalti e accrescere l’efficacia e la trasparenza delle procedure di appalto.

 

Dovrebbero diventare la norma per la comunicazione e lo scambio di informazioni nel corso delle procedure di appalto in quanto aumentano enormemente le possibilità degli operatori economici di partecipare a procedure d’appalto nell’ambito del mercato interno.

 

Viene quindi introdotto l’obbligo di trasmissione di bandi e avvisi per via elettronica in tutte le fasi della procedura, compresa la trasmissione di richieste di partecipazione e, in particolare, la presentazione (trasmissione per via elettronica) delle offerte.

 

La legge di recepimento Italiana, il D.Lgs. 50/2016 (Codice dei contratti pubblici), recepisce con l’art. 40 l’obbligo di utilizzo immediato (18 aprile 2016) dei mezzi di comunicazioni elettronici per le Centrali di Committenza (comma 1), mentre ne differisce l’entrata in vigore al 18 ottobre 2018 alle altre stazioni appaltanti (comma 2).

 

 

 

Un aiuto importante per le PA

 

DigitalPA, leader nel mercato dei software e-procurement, annovera ormai diverse centinaia di Clienti tra cui Ministeri, Enti Locali, Società Partecipate, ASL, etc., i quali hanno scelto la soluzione innovativa Acquisti Telematici per la gestione delle Gare d’Appalto, l’elenco informatizzato dei fornitori ed esecutori di lavori pubblici, fino alla gestione del proprio mercato elettronico.

 

 

Una soluzione congiunta per gestire tutte le soluzioni di acquisto nella Pubblica Amministrazione e nelle Aziende:

  • ALBI INFORMATIZZATI: Iscrizione, qualifica e gestione online di fornitori, professionisti, aziende esecutrici di lavori;
  • GARE E ASTE TELEMATICHE: Gestione informatizzata di bandi, negoziazioni, aste, con seduta di gara telematica;
  • MERCATO ELETTRONICO: Gestione dinamica catalogo elettronico, gestione ordini diretti e richieste di offerta.

 

 

In particolare, Gare Telematiche NET consente agli Enti Pubblici e alle Aziende di gestire con sicurezza le Gare d’Appalto Telematiche e l’Equa Rotazione a norma di legge superando il cartaceo nella gestione informatizzata dei bandi di gara.

 

 

Gli Enti, le Società Partecipate, le Unioni di Comuni, le Centrali di Committenza potranno:

 

  • Avviare gare d’appalto telematiche di importo inferiore e superiore alla soglia comunitaria, con procedura negoziata, aperta e ristretta e criterio di aggiudicazione a massimo ribasso/rialzo o all’offerta economicamente più vantaggiosa.
  • Gestire qualsiasi tipologia di negoziazione: Trattative dirette, Richieste di preventivi, nell’ambito del Mercato Elettronico (RdO – Richieste di Offerta e RdA – Richieste di Acquisto diretto), Indagini di mercato, con selezione dei fornitori qualificati dall’albodi appartenenza e con le modalità ivi consentite.
  • Derogare all’utilizzo dell’AVCPassper gare superiori ai 40.000 euro (Art. 9, comma 1bis, Delibera AVCP 111/2012 e s.m.i.).
  • Gestire l’intero iter di istruzione delle procedura di gara(programmazione, creazione del fascicolo e buste telematiche, gestione inviti e pubblicazione dei documenti di gara, ecc.) sul sito istituzionale, assolvendo agli obblighi di trasparenza.
  • Gestire le procedure negoziate con equa rotazione degli invitati, nel rispetto dei principi di trasparenza, parità di trattamento e non discriminazione (Art. 36 comma 1 D.lgs. 50/2016).
  • Ricevere le offerte telematiche, in estrema sicurezza, grazie anche all’utilizzo di strumenti di comunicazione digitali (firma digitale e P.E.C.) che rendono l’iter più sicuro, affidabile e immediato rispetto a quello tradizionale e con la totale eliminazione degli ingombranti plichi cartacei.
  • Gestire la seduta di gara telematica, con apertura delle buste virtuali, generazione automatizzata dei verbali di gara, formulazione della graduatoria e individuazione delle offerte anomale.
  • Svolgere la seduta di gara pubblica con partecipazione telematica dei commissari e concorrenti.
  • Gestire la fase di post aggiudicazione, con invio telematico delle comunicazioni obbligatorie, e successiva archiviazione e pubblicazione dei documenti, estrazione dei fascicoli di gara.
  • Adempiere agli adempimenti all’art. 1, comma 32, della legge 190/2012 (“legge anticorruzione”), con pubblicazione automatizzata sul sito istituzionale dei prospetti tabellari e dei tracciati XML da trasmettere all’ANAC con validazione integrata.

 

 

Caratteristiche e funzionalità

 

  • Non necessita dell’acquisto di hardware e software per il suo utilizzo;
  • Non necessita di installazione su computer locali né installazioni client-server in quanto totalmente “web-based”e gestito su infrastrutture dedicate altamente sicure e performanti; vi si accede tramite qualsiasi browser web (Chrome, Firefox, Internet Explorer, Safari, ecc.);
  • Elimina completamente l’onere della gestione cartacea delle procedure di affidamento;
  • Consente di adempiere con estremo rigore a tutti gli adempimenti del nuovo codice dei contratti (D.lgs. 50/2016)

 

Scegliendo la soluzione acquistitelematici.it entro il 30 settembre 2018 la formazione completa e l’assistenza saranno totalmente gratuite*.

 

* offerte personalizzate attivabili anche attraverso il MePA di Consip

 

Per maggiori informazioni sul software e sulle referenze potete visitare il sito tematico www.garatelematica.net.

 

 

Fonte: Digital PA (www.digitalpa.it)
avatar
3 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
lentepubblica.it - Gare telematiche Pubblica Amministrazione: cosa cambia?lentepubblica.it - Come partecipare alle gare telematiche: informazioni utililentepubblica.it - Obbligo di Gare Telematiche per la PA: l’entrata in vigore è ufficiale Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami