fbpx

Pagamenti elettronici: nuove adesioni al sistema

lentepubblica.it • 4 Febbraio 2014

Cresce il numero degli aderenti al sistema dei pagamenti elettronici e al Nodo SPC, la piattaforma di interconnessione realizzata e gestita dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) che mette in rete PA e prestatori di servizio di pagamento, garantendo elevati standard di sicurezza e omogeneità. In particolare sono tre gli accordi sottoscritti con AgID grazie ai quali la Regione Emilia-Romagna (PDF), la Regione Toscana (PDF) e ICCREA Banca (PDF) diventano attori del sistema dei pagamenti in favore delle PA e dei gestori di pubblici servizi.

Obiettivo comune ai tre aderenti la realizzazione di servizi innovativi e l’ampliamento dei canali per consentire a cittadini e imprese il versamento delle somme dovute alle amministrazioni pubbliche a vario titolo.  Per la Regione Emilia-Romagna l’accordo sottoscritto costituisce un passaggio importante e significativo che valorizza la Piattaforma regionale dei pagamenti PayER, sviluppata attraverso la società partecipata Lepida S.p.A., inserendola in un’ottica di sistema. PayER è un’esperienza consolidata ed è già utilizzata da più di 260 enti emiliano-romagnoli tra Comuni, Unioni, Province, AUSL, società partecipate ed Ente Regione. Sono già stati messi on-line più di 650 servizi di pagamento, tra cui ticket sanitari, abbonamenti per i trasporti pubblici, servizi scolastici, contravvenzioni al codice della strada, oneri legati a pratiche SUAP. Grazie all’interconnessione con il Nodo dei Pagamenti-SPC, gli enti emiliano-romagnoli che utilizzano PayER saranno allineati rispetto alle future evoluzioni normative e si potranno avvalere di tutti i fornitori di Servizi di Pagamento convenzionati e che si convenzioneranno con l’Agenzia per l’Italia Digitale.

Per il Gruppo bancario ICCREA la collaborazione avviata costituisce un ulteriore passo finalizzato alla semplificazione burocratica della vita dei cittadini e delle imprese nel rapporto con la pubblica amministrazione. In questo senso, la tecnologia può essere un alleato per Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali nella gestione del rapporto quotidiano con i loro clienti che per la maggior parte sono rappresentati proprio dalle famiglie e dalle piccole e medie imprese.  Gli accordi sottoscritti con Emilia-Romagna, Toscana e ICCREA costituiscono un importante contributo alla diffusione del sistema dei pagamenti elettronici dato il ruolo che i tre attori rivestono. Le regioni infatti fungono da collettori e intermediari dell’intero territorio di riferimento, mentre ICRREA garantisce il collegamento a circa 300 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali.

FONTE: Agid (Agenzia per l’Italia Digitale)

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami