Portale Open Data NoiPA: la nuova versione è stata lanciata

lentepubblica.it • 6 Settembre 2018

portale-open-data-noipa-nuova-versionePortale Open Data NoiPA: è stata ufficialmente lanciata la nuova versione, volta a permettere ad ogni cittadino interessato di consultare e utilizzare dati in forma aggregata riguardanti gli impiegati della Pubblica Amministrazione.


Garantire la trasparenza delle attività svolte dalla Pubblica Amministrazione, valorizzare al massimo il patrimonio informativo del settore pubblico, permettere, ad ogni cittadino interessato di consultare e utilizzare dati in forma aggregata riguardanti gli impiegati della Pubblica Amministrazione; questi gli obiettivi della nuova versione del portale Open Data del sistema NoiPA.  Il nuovo portale Open Data NoiPA rappresenta un’evoluzione della modalità di pubblicazione dei dati aperti in formato CSV precedentemente utilizzata.

 

La nuova versione, sviluppata nell’ambito del programma Cloudify NoiPA, si basa, infatti, su strumenti che permettono la navigazione ed elaborazione dei Dataset secondo il modello Linked Open Data (LOD); il livello di qualità dei dati pubblicati passa quindi da 3 a 5 stelle.

 

Il modello Linked Open Data propone un approccio tecnologico volto a collegare tra loro gli Open Data e renderli parte di un unico spazio informativo globale e condiviso. Tale paradigma definisce regole per la pubblicazione dei dati sul Web in modo che possano essere facilmente individuati, incrociati e utilizzati dalle macchine indipendentemente dalla provenienza dei dati.

 

La logica dei Linked Open Data permette di pubblicare dataset, sotto forma di dati “grezzi”, che siano pienamente utilizzabili e collegati semanticamente tra loro in modo da poter essere usati come base per fornire servizi a valore aggiunto per tutti i fruitori con l’obiettivo di generare connessioni e arricchire la conoscenza, migliorando al tempo stesso la visibilità delle informazioni.

 

Il valore dei dati, infatti, aumenta sensibilmente quando dataset differenti, prodotti e pubblicati in modo indipendente da diversi soggetti, possono essere combinati liberamente da terze parti, realizzando applicazioni innovative e per scopi non previsti.

 

Il nuovo portale sarà dotato, inoltre, dello strumento open source “LodLive”, che permetterà di rappresentare graficamente i dati abilitando una visualizzazione semplice e intuitiva delle connessioni esistenti tra i vari Dataset presi in considerazione. L’infrastruttura tecnologica, costruita a supporto del progetto, e le modalità di esposizione dei dati consentiranno inoltre, nell’immediato futuro, di ampliare il patrimonio informativo messo a disposizione, fornendo uno strumento utile, al pubblico e al privato, al fine di garantire servizi sempre più efficienti ed efficaci anche e soprattutto in relazione alle esigenze e alle specifiche esperienze degli utenti finali.

Fonte: Cittadini di Twitter (www.cittadiniditwitter.it)
avatar
  Subscribe  
Notificami