Sicurezza informatica: proliferano le minacce

lentepubblica.it • 15 Gennaio 2015

Previsto un aumento del malware per computer, spyware per smartphone Android, ma anche un incremento del cyber spionaggio e trojan bancari.

Il 2014 ha fatto segnare un triste record: è stata infatti superata la cifra di 3,5 milioni di ceppi di nuovi malware per pc e c’è stato un incremento di attacchi malware a dispositivi mobili, casi di cyber spionaggio e attacchi di vario tipo da parte di hacker, ma non solo. Gli esperti di sicurezza di G Data hanno previsto che il nuovo anno vedrà un ulteriore incremento di questi attacchi che prenderanno di mira dispositivi mobili e pc desktop. I Trojan bancari, in particolare, aspireranno ad arrivare sempre più in alto… «Truffe comprovate come e-mail manipolate o lo sfruttamento di vulnerabilità continueranno a godere di grande popolarità tra i cyber criminali nel 2015. I Trojan bancari che hanno raggiunto il loro più alto livello nel 2014 continueranno ad aumentare anche nel prossimo anno – ha infatti ribadito Ralf Benzmüller, Head of G Data SecurityLabs -. Il malware che attacca sia i dispositivi mobili sia i pc diventerà significativamente ancora più diffuso ». Gli esperti di G Data hanno individuato 751.136 nuove specie di malware per Android solo nei primi 6 mesi dell’anno prevedendo che la cifra raggiunga 1,2 milioni su tutto il 2014. Ma vediamo quali sono le previsioni che arrivano dagli esperti G Data riguardo la sicurezza IT per il nuovo anno.

I Quantified Self Data sono adeguatamente protetti; la misurazione dei dati personali, la loro analisi e valutazione è in crescita. Le compagnie di assicurazione per poter calcolare il premio assicurativo, sono interessate a questo trend, ma la preoccupazione risiede nel fatto che il furto di questi dati aumenterà.

Multi-target malware: door-openers nei computer aziendali: il malware che verrà utilizzato per attaccare pc e smartphone aumenterà e sarà impiegato come porta di accesso ai network aziendali.

Aumento dei dispositivi mobili con malware pre-installato: nel corso del 2014 G Data ha analizzato lo Star N9500, uno smartphone con installato uno spyware “di fabbrica” e si prevede che anche nel 2015 ci potranno essere altri tentativi di questo genere.

Trojan bancari: le banche continuano a far gola ai cyber criminali; l’autenticazione con fattori multipli e le tecnologie più all’avanguardia per i chip sono ancora rari tra le banche che restano quindi un obiettivo primario per i criminali.

Adware: i G Data SecurityLabs prevedono per il 2015 un ulteriore aumento di questo fenomeno; i criminali continueranno a fare business mostrando pubblicità non richieste ottenendo il massimo risultato con il minimo sforzo.

Lo spyware si incrementa: è stato di recente scoperto Regin, un attacco spyware usato contro network importanti come quelli istituzionali e verso grandi aziende e purtroppo la previsione è quella di vedere giungere altri programmi malware molto sofisticati per il prossimo futuro.

 

 

FONTE: ICT4Executive (www.ict4executive.it)

AUTORE: Anna Ferrari

 

 

malware

 

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami