fbpx

Smart Working: a Milano si celebra la giornata del “lavoro agile”

lentepubblica.it • 18 Febbraio 2016

internet networkOggi, 18 febbraio si celebra la terza Giornata del lavoro agile (smart working). Una rivoluzione che piano piano è riuscita a farsi strada, fino ad arrivare all’approvazione del disegno di legge da parte del consiglio dei ministri, il 28 Gennaio scorso. Un evento per toccare con mano i vantaggi dello “Smart working”: è questo l’obiettivo della Giornata del lavoro agile, iniziativa promossa dal Comune di Milano e giunta quest’anno alla terza edizione.

 

Il progetto della Giornata del Lavoro Agile vuole così affrontare due problematiche di grande attualità: la conciliazione vita-lavoro e la mobilità sostenibile. La finalità è, infatti, quella di diminuire gli spostamenti dei lavoratori, in particolare nelle ore di punta, abbassare i livelli di inquinamento atmosferico e favorire appunto la gestione familiare senza che ne vada di mezzo la qualità del lavoro.
Le edizioni 2014 e 2015 hanno dimostrato che i dipendenti delle circa 150 tra aziende ed enti aderenti hanno potuto risparmiare circa 2 ore in un giorno, sottratte agli spostamenti e utilizzate per sé, per la propria famiglia e per il tempo libero. Inoltre, sono stati evitati circa 150.000 km nel 2014 e circa 170.000 km nel 2015 percorsi con mezzi privati a motore. Vantaggi per l’ambiente e maggior tempo per sé sono evidenti, oltre al miglioramento della competitività delle imprese; tanto che è in discussione al Parlamento italiano una proposta di legge sul lavoro agile.

 

Ma che cosa è il lavoro agile? È una modalità di lavoro che non richiede una postazione fissa in ufficio; consente di svolgere i propri compiti ovunque, da casa, dal bar, dal parco, dalla palestra, da un ufficio decentrato o da una postazione in coworking.

 

Possono aderire alla Giornata del lavoro agile le aziende private, gli enti pubblici e gli studi professionali. 

 

L’adesione all’iniziativa è rivolta ad:

 

 

•    aziende, enti e liberi professionisti che desiderano far sperimentare ai propri lavoratori e lavoratrici modalità di lavoro agile;

 

 

•    aziende, enti e liberi professionisti che già hanno attivi accordi e forme di lavoro agile.

 

 

Saranno verificati i vantaggi di questa modalità di lavoro alternativa in termini di benefici per i lavoratori e le lavoratrici (risparmio di tempo) e per l’ambiente (riduzione delle emissioni di CO2 e Pm10, del traffico, dei consumi energetici) con la collaborazione di AMAT (Agenzia Mobilità Ambiente e Territorio s.r.l.).

 

La Giornata del Lavoro Agile è promossa dal Comune di Milano insieme con ABI, AIDP, Anci Lombardia, Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, CGIL Milano, CISL Milano Metropoli, UIL Milano e Lombardia, SDA Bocconi School of Management, Unione Confcommercio Milano Lodi Monza e Brianza, Valore D.

 

Il Piano Territoriale degli Orari è lo strumento comunale che ridefinisce l’organizzazione degli orari e dei tempi della città per migliorare la qualità della vita dei cittadini e delle cittadine e degli abitanti temporanei a Milano.

 

Per sperimentare il “lavoro agile” il giorno 18 febbraio 2016 è possibile prenotare una postazione di lavoro presso i coworking accreditati dal Comune di Milano.

 

Per individuare le postazioni gratuite disponibili (colore verde): http://giornata.lavoroagile.it 

 

E’ possibile discutere sul lavoro agile e raccontare l’esperienza della propria giornata del lavoro agile aderendo all’evento su:

 

Facebook utilizzando comunemilano

 

Twitter utilizzando l’hashtag #LavoroAgile16

Fonte: Comune di Milano
avatar
  Subscribe  
Notificami