fbpx

Un archivio digitale per la conservazione della memoria artistica nazionale

lentepubblica.it • 4 Febbraio 2014

L’Associazione ArtArchivio’900 di Roma ha come obiettivo quello di creare il primo Centro di Documentazione Bio-bibliografica relativa alla produzione artistica del XIX e XX secolo in Italia. A questo scopo, dopo anni di studio e di ricerche, ha costituito una banca dati dedicata, in particolare, a studenti, operatori professionali, storici e critici dell’Arte, che, attraverso la consultazione di testi e sistemi informatici, possono ottenere un ampio ventaglio di notizie e informazioni.

La raccolta è composta da una Biblioteca specialistica sulle arti visive italiane dell’800 e ‘900, costituita da oltre 5.000 testi (si tratta di cataloghi di mostre personali e collettive, monografie di artisti italiani, dizionari artistici, saggi, brochure, guide di musei, cataloghi di aste, periodici e rarissime  pubblicazioni originali in ottimo stato di conservazione), un Archivio analitico impostato su circa 14.500 voci, reperibili anche in formato elettronico, ognuna delle quali è composta da un dossier bibliografico relativo all’attività di pittori, scultori, illustratori, ceramisti, incisori, artisti del vetro, scenografi, architetti nati tra il 1830 e il 1930, attivi anche nelle cosiddette “arti minori” e sui quali oggi è spesso difficile reperire informazioni.

Ad integrazione di questo già vasto nucleo, si è formato un archivio-dizionario sulle donne artiste che hanno operato in Italia, molte delle quali escluse da studi e/o repertori relativi al  periodo trattato e nell’ottica di una futura pubblicazione, si è formato un archivio-dizionario sulla storia dei Gruppi e dei Movimenti delle Avanguardie storiche italiane nonché un ulteriore un archivio-dizionario sui fotografi che hanno operato in Italia dagli esordi della fotografia fino alla prima metà del Novecento.

Di grande rilevanza, allo stesso tempo è la Raccolta miscellanea composta da oltre 400 documenti originali, inerenti ad artisti presenti nell’archivio (come lettere autografe, appunti, quaderni, disegni, lavori grafici, progetti, attestati, tessere personali, inviti e carte intestate) e il Fondo di circa 4.000 foto tratte da archivi fotografici di due note riviste d’Arte e da una collezione di foto e cartoline d’epoca, anche di prestigiose firme, che testimoniano sia l’ambiente politico-sociale che l’espressione artistica del periodo storico documentato.

Artarchivio ‘900 rappresenta, insomma, con la sua banca-dati, corredata da innumerevoli immagini, la storia dell’Arte italiana dalla metà dell’Ottocento alla metà del Novecento, con un excursus sull’Arte contemporanea più recente.

Le sue potenzialità sono molteplici, perché molteplici sono gli interessi, anche internazionali, che ruotano attorno alla riqualificazione del territorio e alla ricchezza del patrimonio artistico e monumentale italiano.

Il progetto dell’archivio digitale di arti visive sul portale di riferimento (www. artarchivio.com) rappresenta “un luogo virtuale d’interesse artistico” per rilanciare l’attenzione che merita il rapporto artista-territorio. Con la costituzione e l’utilizzo di un archivio digitale, le relative schede biografiche e fotografiche, si potranno, infatti,  valorizzare i differenti Territori e Culture attraverso il connubio dei vari elementi, quali: Artista – Luogo di nascita – Luogo di lavoro – Opere.

Ciò si tradurrà, coinvolgendo attraverso la rete tutti gli appassionati, nella diffusione di Tour qualificati “tutto compreso” (viaggi, musei, cataloghi, alberghi, ristoranti ecc..), abbinati a grandi mostre, con la relativa partecipazione di Enti locali, Musei ed altri partner interessati.

Inoltre, rapporti con Regioni, Province, Comuni, Istituzioni, Musei, Università, Fondazioni, Istituti di Cultura e Gallerie dovranno costituire i canali privilegiati di Artarchivio‘900, per eventuali iniziative o collaborazioni volte alla riqualificazione e valorizzazione del Territorio e per il rilevante indotto che tutto questo può creare.

Artarchivio ‘900, ha come obiettivo quello di tradursi in breve tempo in uno strumento di comunicazione culturale che può contribuire a sostenere l’Economia e promuovere le opportunità presenti nel territorio con l’obiettivo anche di attrarre nuovi investimenti. Il portale , allo stesso tempo, con i suoi 200.000 contatti previsti all’anno potrà avviare eventuali “operazioni co-brand”.

Per divulgare i contenuti dell’Artarchivio‘900 verranno presto posti in rete gli elenchi completi di tutti i testi, biografie e cataloghi, che si inseriranno nelle varie reti istituzionali dell’Unione Europea.

Si realizzeranno brevi filmati audio-video, anche da destinare alle scuole, con rassegne delle opere, dei luoghi, dei monumenti e delle architetture più significative del periodo trattato.

L’archivio digitale di Artarchivio ‘900 con il suo ricco materiale, potrà fornire informazioni, anche sintetiche, su nomi, opere, architetture o immagini , molte delle quali inedite per i contenuti, a nuovi progetti di mappatura e valorizzazione storico-artistica dei luoghi.

Tali dati, potranno essere utili ad un sempre più “Turismo Culturale” e facilmente fruibili attraverso progetti specifici di comunicazione del territorio, ad esempio attraverso le moderne tecnologie App via smartphone e Wi-fi.

FONTE: www.innovatoripa.it

AUTORE: Rosangela Muscetta

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami