fbpx

Commissione UE: consegnati dati Comitato permanente del catasto

lentepubblica.it • 24 Novembre 2014

Nella prima sessione del meeting, aperto dal direttore dell’Agenzia Rossella Orlandi, la gestione degli archivi immobiliari italiani e l’evoluzione del nostro sistema cartografico.

Migliorare il coordinamento tra i sistemi catastali europei, puntando sulla qualità dei sistemi informativi e la condivisione di best practises. Questo l’obiettivo principale del Comitato permanente del Catasto nell’Ue riunitosi a Roma il 20 e 21 novembre 2014 presso il ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale. La riunione plenaria, aperta dal direttore dell’Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi, ha concluso il semestre di presidenza dell’Italia all’organizzazione internazionale. Il testimone passa all’Amministrazione fiscale della Lettonia.

Focus su data base e buone pratiche – La prima sessione di lavori ha fotografato l’esperienza italiana nella gestione dei sistemi informativi immobiliari e l’evoluzione del nostro sistema cartografico. Quello italiano è un Catasto che punta con forza verso l’innovazione e investe sull’ottimizzazione di piattaforme tecnologiche che permettano di migliorare la qualità dei dati, al fine di favorire l’integrazione di tutte le notizie immobiliari in possesso dell’Amministrazione. Nella sessione successiva sono intervenuti i rappresentanti europei del Comitato permanente che hanno illustrato le differenti strategie nazionali.
La seconda giornata ha visto protagonista il dibattito sulla gestione dell’archivio nazionale degli stradari, nato nel 2010 grazie a un accordo tra Istat e Agenzia, per mettere a disposizione dei Comuni italiani, anche quelli tecnologicamente meno evoluti, un unico riferimento informatizzato e codificato. L’ultima sessione di lavori si è concentrata sulle opportunità offerte dalla cooperazione internazionale sul fronte dello scambio informativo e della condivisione di buone pratiche. La riunione plenaria si è chiusa con un riepilogo delle attività del semestre italiano e con la presentazione del programma della presidenza lettone.

Cos’è il Comitato permanente del catasto – Costituito nel 2002, il Comitato permanente del catasto è un’organizzazione internazionale che riunisce le istituzioni che gestiscono il catasto nei Paesi Ue, al fine di favorire il confronto sulle tematiche immobiliari e creare un collegamento fra istituzioni catastali e organi Ue. La sua fondazione, alla quale ha preso parte l’ex Agenzia del Territorio (ora confluita nelle Entrate), ha tratto spunto dal sempre più vivo interesse avvertito a livello comunitario nei confronti dell’informazione territoriale, intesa come strumento fondamentale per l’attuazione di specifiche politiche, prime fra tutte quelle agricola e ambientale. Per questo il Comitato, insieme all’organizzazione EuroGeographics, negli ultimi anni ha elaborato reference documents di supporto all’attività dei team europei, incaricati della predisposizione delle specifiche tecniche di attuazione della Direttiva 2007/2/Ce (denominata Inspire), finalizzata alla creazione di un’infrastruttura europea per l’informazione territoriale.

 

 

FONTE: Fisco Oggi – Rivista Telematica dell’Agenzia delle Entrate

AUTORE: Roberta Casasole

 

 

Riforma-del-catasto

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami