Cotton Fioc, dal 1° Gennaio 2019 è vietata la vendita: produzione al bando

lentepubblica.it • 7 Gennaio 2019

cotton-fioc-1-gennaio-2019Cotton Fioc, dal 1° Gennaio 2019 è vietata la vendita: divieto per la produzione dei cotton fioc non biodegradabili e non compostabili.


Dal primo gennaio 2019 saranno finalmente vietati la produzione e il commercio dei bastoncini di plastica per la pulizia delle orecchie: gli unici cotton fioc legali saranno quelli di materiale biodegradabile e compostabile. Le confezioni dovranno, inoltre, riportare l’esplicito divieto di buttarli nel wc.

 

La prima buona notizia del nuovo anno è frutto del lavoro di denuncia di Legambiente, che da anni si batte per la messa al bando di prodotti in plastica monouso che, se non smaltiti correttamente, possono causare danni all’ambiente e minacciare la fauna marina.

 

In Italia, per avere un’idea della gravità del fenomeno basta considerare che i volontari di Legambiente, negli ultimi cinque anni, hanno monitorato 245 spiagge, censendo 162.936 rifiuti, di cui il 9% è rappresentato proprio dai cotton fioc(14.342), una media di 60 bastoncini di plastica per ogni spiaggia. Sulle nostre spiagge c’è di tutto: blister, tamponi e assorbenti, medicazioni, deodoranti per wc, contenitori per le lenti a contato. Tutti rifiuti buttati nel WC e che hanno raggiunto mare e spiagge, anche a causa di sistemi di depurazione inefficienti. Prevenire è possibile e anche molto semplice: basterebbe usare il cestino.

 

Proprio per questo Legambiente rilancia la campagna #NoRifiutinelWC (www.norifiutinelwc.it) per stimolare il cambio di abitudini in un piccolo gesto quotidiano che, tuttavia, può contribuire ad arginare un problema di portata globale come il marine litter. Inoltre Legambiente invita i cittadini a segnare confezioni o cotton fioc sospetti inviando una foto a campagne@legambiente.it.

 

Scopri perchè è importante abolire i prodotti usa e gesta di plastica e come rendere meno esagerato il tuo impatto sull’ambiente su www.usaegettanograzie.it

 

 

Fonte: Legambiente
avatar
  Subscribe  
Notificami