Il decreto ILVA per una nuova responsabilità etica

lentepubblica.it • 29 Dicembre 2014

Risanamento ambientale al centro, restituire nuova Ilva a Taranto e al Paese è responsabilità etica

“Con l’intervento pubblico nell’Ilva si apre una fase nuova e decisiva per il risanamento ambientale, il rilancio produttivo dello stabilimento e il futuro della città di Taranto. C’era bisogno di una scelta forte, che garantisse l’assoluto rispetto delle prescrizioni del piano ambientale, ponendolo al centro di un ambizioso piano industriale in grado di rilanciare una realtà strategica del Paese”. Lo afferma il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, al termine del Consiglio dei Ministri che ha approvato il decreto per l’amministrazione straordinaria dell’Ilva.

“Con questo decreto – spiega Galletti – il governo si fa carico delle tante questioni aperte, ambientali e occupazionali, che affliggono la comunità tarantina e raccoglie una grande sfida: risanare l’Ilva in tempi brevi e con procedure trasparenti, per poi riportarla sul mercato in condizione di essere competitiva, anche grazie alle performance ambientali, con i giganti mondiali della siderurgia”.
“Il governo – conclude Galletti – si prende questo impegno con la consapevolezza che restituire un’Ilva completamente risanata a Taranto e all’Italia sia una necessità economica ma soprattutto una responsabilità etica”.

 

 

FONTE: Ministero dell’Ambiente

 

ilva

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami