Progetto pilota per un nuovo campo solare termico

lentepubblica.it • 14 Gennaio 2015

Il “gioiello dell’energia solare” è una bella definizione ideata da forlitoday per rappresentare  il campo solare termico realizzato nell’area produttiva di Forlì, che il 27 gennaio prossimo delibererà in consiglio comunale l’adesione all’Associazione Comuni Virtuosi.

Un progetto pilota che mostra che sostituire i combustibili fossili con energie rinnovabili è possibile.

Il campo solare termico è stato realizzato da Forlì Città Solare, società in-house del Comune di Forlì, nell’ambito del progetto finanziato dalla Regione Emilia-Romagna con i fondi POR-FESR 2006/2013. Il campo solare termico è stato realizzato a terra in un’area dismessa non agricola, attraverso una tecnologia molto semplice, con materiali completamente riciclabili: è la riedizione moderna degli specchi ustori di Archimede. Per il peso e le caratteristiche non sarebbe possibile realizzare una piattaforma analoga su coperture.

La piattaforma energetica sarà una delle prime in Europa a utilizzare energia solare per fornire energia termica alle imprese insediate nell’area. La piattaforma è solo il primo passo del processo di conversione dell’area produttiva in un area ecologicamente attrezzata, al fine di ottenere alcuni importanti obiettivi: parziale autosufficienza energetica delle imprese insediate; sostenibilità ambientale e indipendenza energetica, ovvero riduzione degli impatti ambientali, e dei costi per l’approviggionamento di combustibili fossili; opportunità di accesso a finanziamenti regionali, nazionali ed europee per l’innovazione e lo sviluppo produttivo; condivisione dei servizi comuni (mobilità, energia, depurazione acque reflue, gestione rifiuti), per ottenere semplificazione amministrativa e riduzione dei costi fissi.

La trasformazione del comparto produttivo in Area Produttiva Ecologicamente Attrezzata (APEA), consentirà anche una efficace azione di marketing territoriale per promuovere l’insediamento di nuove imprese nelle aree ancora libere e la riqualificazione anche dal punto di vista urbanistico degli spazi non completamente utilizzati. Tutela dell’ambiente e sviluppo economico: energia sostenibile.

 

 

FONTE: Associazione dei Comuni Virtuosi

 

 

energia_solare

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami