fbpx

A Riccione, Oltremare saluta l’arrivo della delfina Mia

lentepubblica.it • 31 Ottobre 2017

DelfinoSegni particolari il peso, 150 chilogrammi, e la lunghezza ben 2 metri e 50. Nulla di eccessivo soprattutto perchè i numeri appartengono ad un animale di grossa taglia come un delfino, nuovo ospite del delfinario di Riccione.


 

Il nuovo arrivato in realtà è una lei, si tratta di Mia, una giovane delfina di quasi nove anni nata in un ambiente controllato dell’Acquario di Genova.

 

Una nuova dimora per Mia

 

Al Parco Oltremare di Riccione  ha trovato la nuova dimora. Come spiegano i responsabili della struttura “l’arrivo di Mia rientra a pieno titolo nel più ampio programma EEP (Endangered Species Programme – programma europeo per le specie in pericolo), coordinato a livello europeo, che ha l’obiettivo di ottimizzare la gestione dei popolamenti di tursiope all’interno di strutture impegnate in programmi educativi, di ricerca e conservazione”.

 

Mia non ha perso tempo prezioso e si è subito inserita nel gruppo dei tursiopi, ritagliando un proprio spazio nell’ampia area della laguna del parco, controllata attentamente dallo staff medico-veterinario e dagli addestratori, che ne hanno valutato l’ingresso.

 

Mia ha manifestato un’innata curiosità e si è dimostrata estremamente socievole con il gruppo. Dopo meno di un’ora dal suo arrivo, le è stata data l’opportunità di unirsi alle altre femmine della struttura Pelé, Candy, Blue, Cleo e al piccolo Taras di soli tre anni. Mia ha privilegiato da subito il rapporto  con Cleo e Pelé che, dall’alto dei suoi  54 anni, viene considerata, e non a torto, una sorta di “nonna” da tutta la comunità riccionese dei tursiopi.

 

Prima uscita ufficiale davanti al pubblico per la giovane delfina

 

I visitatori hanno potuto conoscere Mia per la prima volta domenica 22 ottobre, scegliendo anche di arrivare da lontano ed optare per l’ospitalità offerta dagli alberghi vicino l’Oltremare,  optando per uno dei tanti hotel economici a RiccioneDove dormire a Riccione non è infatti davvero un problema, grazie alle tante opportunità offerte dal settore ospitalità e all’ottimo rapporto qualità/prezzo delle strutture.

 

Chi sceglie di visitare Oltremare, ed osservare a poca distanza i tursiopi,  la domenica può godere di diversi appuntamenti come l’emozionante ‘Delfini’ delle ore 11:45 e delle ore 17:00, e quello più improntato alla didattica e alla divulgazione “Conosci i delfini” alle ore 15:00.

 

Lunga apertura straordinaria di Oltremare nel fine settimana di Ognissanti

 

Approfittando dell’apertura straordinaria da sabato a giovedì nel fine settimana di Ognissanti i visitatori potranno conoscere da vicino le splendide creature del mare. Oltremare offre inoltre due ulteriori programmi ovvero  “Incontra il delfino” e “Addestratore che passione”, che consentono di scoprire tutte le curiosità su questi animali, grazie all’attenta presenza degli esperti, che guideranno i presenti  passo a passo.

 

Qualche giorno di vacanza per godersi la Riviera Romagnola

 

Il lungo fine settimana a cavallo fra la fine di ottobre e l’inizio di novembre è un’ottima opportunità per godersi una vacanza in Riviera Romagnola.

 

Cosa fare a Riccione dopo aver visitato Oltremare non è davvero un problema.

 

La Perla Verde dell’Adriatico, votata da sempre all’ospitalità, offre un ricco carnet di eventi e occasioni di svago un po’ per tutte le età ed in tutte le stagioni dell’anno.

 

Se il tempo e le condizioni atmosferiche lo permettono la spiaggia e il mare fanno la parte del leone, un’offerta a 360 gradi per grandi e piccini, che potranno scegliere fra le strutture più moderne e gli stabilimenti balneari attrezzati di tutto punto.

 

Sono tanti i dettagli che fanno la differenza e rendono la vacanza a Riccione indimenticabile. Si tratta di aspetti quali la vicinanza ai parchi divertimento e alle discoteche, la presenza di un lungomare completamente pedonale, di un centro città godibilissimo per passeggiare, fare shopping, e consumare prelibatezze della cucina romagnola.

 

Impossibile dimenticare che a pochi chilometri dalla costa ci si può immergere nel verde e misterioso entroterra, dove praticare sport e scoprire le bellezze della natura e i borghi antichi.

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami