lentepubblica

Concorsi pubblici e mobilità: la guida alla piattaforma inPA

Bellitto Simone • 15 Luglio 2022

concorsi-guida-piattaforma-inpaUna recente Circolare della Funzione Pubblica ha informato dell’attivazione di nuove funzionalità sulla piattaforma inPA in materia di concorsi pubblici e mobilità: ecco una breve guida.


Il portale nazionale del reclutamento inPA cresce e sviluppa nuove funzionalità, grazie alle novità introdotte con il decreto “Pnrr 2” appena convertito in legge.

Si tratta di un’unica porta d’accesso digitale sia a tutti i concorsi delle amministrazioni pubbliche sia alle procedure di mobilità.

Nella breve guida odierna scopriamo quali sono queste nuove funzionalità. Qui potete consultare tutte le novità nei concorsi pubblici dal 2022.

Che cos’è la piattaforma inPA?

Dal 1° luglio scorso le amministrazioni centrali e le autorità indipendenti possono pubblicare online i propri bandi di concorso per le assunzioni a tempo indeterminato e determinato.

Per le stesse amministrazioni, e per i candidati che vorranno partecipare alle selezioni, l’uso del portale diventerà obbligatorio dal 1° novembre.

Il ricorso a inPA sarà esteso a Regioni ed enti locali per le rispettive selezioni di personale con modalità che saranno definite, entro il 31 ottobre prossimo, attraverso un decreto del ministro per la Pubblica amministrazione, adottato previa intesa in Conferenza Unificata.

Concorsi pubblici e mobilità: la guida alla piattaforma inPA

Le nuove funzionalità sono state realizzate per assicurare modalità di reclutamento rapide, trasparenti e innovative che garantiscano l’acquisizione di personale con competenze qualificate e con orientamento al valore pubblico.

Funzionalità

Attraverso il Portale risulta adesso possibile svolgere le seguenti attività:

  • pubblicare i bandi per il reclutamento di personale a tempo determinato e indeterminato, gli avvisi per la mobilità dei dipendenti pubblici e gli avvisi di selezione per il conferimento di incarichi di lavoro autonomo
  • ricevere e monitorare le candidature relative ai bandi e agli avvisi
  • acquisire e ricercare i curricula vitae dei candidati
  • pubblicare le graduatorie finali di merito e gli esiti delle procedure
  • ricercare professionisti ed esperti a cui conferire incarichi di collaborazione con contratto di lavoro autonomo, previa procedura selettiva
  • effettuare comunicazioni dirette ai candidati.

Registrazione al portale

Per accedere al Portale e utilizzare le relative funzionalità, occorre che ogni pubblica amministrazione aderisca attraverso un processo di  accreditamento con il supporto del Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei ministri.

Allatto della registrazione al Portale linteressato compila il proprio curriculum vitae, completo di tutte le generalità anagrafiche ivi richieste, con valore di dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi del dPR n. 445/2000.

Il candindato inoltre indica un indirizzo PEC o un domicilio digitale a lui intestato al quale intende ricevere ogni comunicazione relativa alla procedura cui intende partecipare, ivi inclusa quella relativa all’eventuale assunzione in servizio, unitamente a un recapito telefonico.

La PA deve aderire a PagoPA

L’amministrazione che in base alla normativa vigente intende pubblicare bandi o avvisi per i quali è previsto il pagamento di un contributo di partecipazione da parte dei candidati è chiamata ad aderire preventivamente al nodo dei pagamenti pagoPA

Nell’ipotesi in cui lamministrazione sia già aderente alla piattaforma pagoPA, il Responsabile dei Pagamenti procede alla selezione del Partner Tecnologico “Dipartimento della Funzione Pubblica, utilizzando a tal fine il Portale delle Adesioni di pagoPa (PdA https://portal.pagopa.gov.it/pdaportal).

Le amministrazioni che non hanno ancora aderito al sistema pagoPA possono procedere con la procedura di adesione secondo quanto indicato nella documentazione presente sul sito della piattaforma pagoPA alla sezione Pubbliche Amministrazioni Come aderire al link https://www.pagopa.gov.it/it/pubblicheamministrazioni/comeaderire/, nominando il proprio Referente dei Pagamenti.

Pubblicazione bandi e avvisi

L’amministrazione interessata individua un Responsabile Unico  incaricato ad accedere a tutte le funzioni rese disponibili, il quale, attraverso la ichiesta di accreditamento sul Portale, può operare in nome e per conto dell’amministrazione di appartenenza.

Sarà questo figura ad accedere all’area riservata del Portale per effettuare le seguenti operazioni:

  • pubblicazione di bandi di concorso e avvisi di mobilità
  • inserimento di informazioni in evidenza relativamente al bando o all’avviso
  • pubblicazione di eventuali allegati al bando o all’avviso
  • creazione di specifici campi per l’indicazione di informazioni ulteriori rispetto a quelle dichiarate
    dal candidato nel curriculum vitae e creazione di relative “regole di ammissione
  • eventuale pubblicazione del bando o dell’avviso sulla pagina LinkedIn del Dipartimento della
    funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei ministri;
  • monitoraggio delle candidature
  • acquisizione e pubblicazione degli esiti delle prove concorsuali per la visione da parte del singolo candidato e per la visione in area pubblica secondo quanto previsto dalla normativa vigente;
  • ricerca dei curricula vitae dei candidati. Nello specifico è possibile effettuare ricerche per “parola chiave in base alle informazioni presenti sul curriculum vitae o in base a ogni altro requisito richiesto dal bando o dall’avviso
  • gestione delle comunicazioni verso gli utenti. Più in dettaglio, le comunicazioni personali sono effettuate nei confronti di ciascun utente in modalità telematica; le comunicazioni di carattere pubblico avvengono all’interno della sezione “Notizie presente nell’area pubblica del Portale gestita dal Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei ministri.

Il testo completo della Circolare della Funzione Pubblica

Potete consultare qui il testo completo della Circolare.

 

 

 

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di Simone Bellitto
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments