Denuncia Distacchi e Aspettative Sindacali: per la PA nessun obbligo?

lentepubblica.it • 14 Gennaio 2020

denuncia distacchi aspettative sindacali paIl chiarimento sulla Denuncia dei Distacchi e Aspettative Sindacali per la PA in un recente documento dell’Inps.


Denuncia Distacchi e Aspettative Sindacali PA: l’Inps, nel messaggio numero 4835/2019, fornisce importanti chiarimenti in merito.

La precisazione fa seguito all’entrata in vigore da quest’anno della modalità mensile di comunicazione telematica delle aspettative e i distacchi sindacali o per cariche pubbliche elettive dei datori di lavoro, in sostituzione delle denunce cartacee (modello AP123) in uso.

Ecco tutte le novità.

Denuncia Distacchi e Aspettative Sindacali PA

E l’Inps ha così messo in chiaro un punto inequivocabile.

Gli adempimenti previsti sono a carico dei soli datori di lavoro che denunciano con flusso Uniemens. Sono, pertanto, esclusi dai predetti adempimenti i datori di lavoro tenuti all’invio dei flussi UniEmens-ListaPosPA.

L’attestazione, richiesta nel flusso UniEmens (e solo in tale denuncia mensile), si riferisce alla condizione di aspettativa oppure di distacco derivante da carica elettiva o sindacale.

Inoltre, per i lavoratori in distacco sindacale assicurati al Fondo Ferrovie dello Stato o al Fondo di Quiescenza Poste, fermi gli obblighi informativi previsti in capo ai propri datori di lavoro, restano in vigore, sino a nuove disposizioni, le vigenti modalità di attestazione dello stato di distacco sindacale.

Ciò detto è chiaro che fuori dal perimetro di questo nuovo obbligo restino tutte le Pubbliche Amministrazioni.

A questo link il testo completo del Messaggio INPS.

 

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami