Le nuove Linee Guida ANAC per le Segnalazioni di Illeciti

lentepubblica.it • 16 Luglio 2021

nuove-linee-guida-anac-segnalazioni-illecitiQuali sono le nuove regole definite da ANAC per la tutela dei whistleblower nell’ambito della PA? Una panoramica della Delibera n. 469/2021.


Segnalazioni di Illeciti: il 9 giugno 2021 l’ANAC ha pubblicato la Delibera 469/2021 contenente le nuove “Linee guida in materia di tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza in ragione di un rapporto di lavoro, ai sensi dell’art. 54-bis, del d.lgs. 165/2001 (c.d. Whistleblowing)”.

I principali punti delle nuove Linee Guida

Le Linee guida sono rivolte al settore pubblico, ovvero alle pubbliche amministrazioni e alle altre organizzazioni indicate dalla legge, obbligate a prevedere misure di tutela per coloro che segnalano condotte illecite.

Nelle Linee Guida viene definito l’obbligo di utilizzo di piattaforme informatiche per le segnalazioni di illeciti, strumenti atti ad evitare il rischio che informazioni estremamente riservate vengano diffuse:

L’invio a soggetti diversi da quelli indicati per legge o l’utilizzo di altri canali, non specificamente predisposti per le segnalazioni di whistleblowing, potrebbe comportare il rischio di diffusione delle informazioni coperte da segreto. Tale rischio non può essere tollerato.

Esaminando nel dettaglio le Linee Guida, ANAC offre indicazioni sulle caratteristiche e sull’oggetto della segnalazione, sulle modalità e i tempi, oltre che sulle condizioni che impediscono di beneficiare della stessa. Si ribadisce il ruolo fondamentale svolto dai RPCT e si forniscono chiare indicazioni operative sulle procedure da seguire per la gestione delle segnalazioni.

Le nuove Linee Guida, inoltre:

  • Superano le precedenti adottate con Determinazione n. 6 del 28 aprile 2015 (e i relativi allegati), i cui effetti si intendono cessati.
  • Restano pienamente valide fino a quando il legislatore non avrà recepito pienamente la Direttiva EU 1937/2019, quindi entro il 2021. Occasione in cui l’ANAC avrà modo di aggiornare le Linee Guida.
  • Attribuiscono uno specifico potere sanzionatorio alla stessa ANAC (comma 6 dell’art. 54-bis).

Il workshop gratuito dedicato agli Strumenti informatici per la Compliance

Appare evidente, quindi, come sia imprescindibile per il settore pubblico dotarsi di un sistema informatico in grado di supportare operativamente i responsabili che devono occuparsi di questo istituto complesso quanto centrale per la compliance.

Uno strumento che deve offrire garanzie tecniche, flessibilità di configurazione e indipendenza tecnologica di sviluppo per far fronte ai cambiamenti normativi in tempi rapidi e con la certezza del rispetto dei parametri imposti dalle disposizioni normative.

Per approfondire le attuali disposizioni e gli strumenti informatici adeguati e in linea con la normativa, DigitalPA ha organizzato, in collaborazione con Gruppo Strazzeri, la tavola rotonda tra esperti del settore dal titolo “Le nuove Linee guida ANAC sul whistleblowing: la Delibera n. 469/2021 del 9 giugno 2021” in programma il 22 Luglio dalle ore 10 alle 11.

La partecipazione al workshop è gratuita.

banner-newsletter-wb-linee-guida-anac

In ottemperanza alle Linee Guida e a tutte le normative vigenti in materia, DigitalPA offre l’applicativo Segnalazioni.net – Whistleblowing, presente nel Cloud Marketplace AgID.

La piattaforma DigitalPA offre diverse utili funzionalità a PA, ma anche ad aziende, impegnate nel rispetto delle vigenti disposizioni:

  • Consente ai responsabili del settore Pubblico e Privato di gestire le segnalazioni di illeciti con la garanzia di una totale compliance normativa.
  • Rispetta tutte le procedure atte ad incentivare e proteggere le segnalazioni degli illeciti sempre in linea con le indicazioni ANAC, inclusa la garanzia di riservatezza del segnalante.

blank

2.3 3 votes
Article Rating
Fonte: DigitalPA (www.digitalpa.it)
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
DARIO BUCCI
DARIO BUCCI
15 Luglio 2021 14:38

Dopo la sanzione di 5.000,00 euro applicata nel 2019 non si è saputo più nulla. Sarebbe interessante sapere quante segnalazioni sono pervenute all’ANAC negli ultimi tre anni e quante sanzioni sono state adottate a carico di chi ha compiuto atti ritorsivi.